Project Mortar, i plug-in di Chrome nel mirino di Mozilla Firefox

Aziende
Mozilla Firefox vara Project Quantum
3 0 Non ci sono commenti

Mozilla ha l’obiettivo di semplificare la gestione del browser open source, metterlo a dieta e ottimizzarne la sicurezza, adottando plug-in di Google Chrome dentro Firefox. Ecco Project Mortar

Mozilla Foundation vuole integrare i plug-in di Google dentro Firefox. Il piano si chiama Project Mortar e vuole mandare in soffitta l’ormai obsoleto protocollo NPAPI, finora impiegata per i plugin, ma in via di pre-pensionamento. Mozilla ha l’obiettivo di semplificare la gestione del browser open source, metterlo a dieta e ottimizzarne la sicurezza, adottando il supporto alle Pepper API. La tecnologia plug-in implementata in Google Chrome potrebbe sbarcare dentro Firefox. Inoltre, Google garantirebbe gli aggiornamenti per PDF e Flash.

Project Mortar, i plug-in di Chrome nel mirino di Mozilla Firefox
Project Mortar, i plug-in di Chrome nel mirino di Mozilla Firefox

Project Mortar consiste nell’incorporare dentro il browser di Mozilla il supporto a Pepper, e cioè le API, sviluppate per dismettere NPAPI, che permettono a plug-in come PDfium e Pepper Flash (quelli dedicati al supporto a PDF e Adobe Flash) di girare in Firefox.

Nel mercato browser, ormai Chrome e perfino Apple Safari hanno guadagnato terreno, proprio a spese di Firefox, di Internet Explorer e Microsoft Edge. Secondo Net Applications, il browser Google Chrome ha detronizzato Internet Explorer (IE) anche su desktop. Ad aprile, IE e il suo successore Microsoft Edge detenevano il 41,33 % delle visite (in calo del 2,07% in un mese), contro il 41,71 % di Google Chrome (in crescita del 2,62%). Firefox è sceso al 10,06%.

Whitepaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper: Un sistema immunitario attivo contro le minacce avanzate

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore