Promuovere Ethernet oltre le LAN

Management

Per le MAN un’alternativa all’infrastruttura SONET/SDH. Una rete per Carrier pronta per l’IP

Arrivano ad aprile, nella prospettiva di una prima importante demo di interoperabilità tra fornitori diversi, i primi frutti del lavoro messo a punto dal consorzio Metro Ethernet Forum per standardizzare una piattaforma Ethernet, non più per utilizzo su LAN, ma su reti di carrier di Telco. Si tratta innanzitutto della prima definizione complessiva delle specifiche Ethernet per Carrier negli USA e di un programma di certificazione che sfocerà a settembre nei primi prodotti certificati. Nel prossimo ottobre poi diventeranno operativi i primi laboratori, che in diverse parti del mondo, saranno in grado di certificare la compatibilità dei prodotti e degli apparati con gli standard stabiliti dal Forum Le attività del Metro Ethernet Forum, un consorzio senza fine di lucro nato per stimolare l’adozione del protocollo Ethernet sulle reti metropolitane che conta oltre 85 membri tra vendor e provider di Telco, sono state sintetizzate anche in Italia da Nan Chen, presidente del Forum. Anche se l’Italia non annovera membri nel consorzio, a parte Marconi, il nostro Paese rappresenta un caso interessante di applicazione possibile di rete Ethernet a qualità carrier grade, se si pensa alla presenza di Fastweb, che pure usa una tecnologia diversa da quella proposta dal Forum, e al suo piano di investimenti recentemente annunciato. Il consorzio, cui partecipano i principali fornitori di apparecchiature di data communication,da Cisco ad Alcatel, da Juniper a Nortel, da Foundry a Extreme Networks, da Siemens a Marconi, e carrier sia USA (Verizon, SBC, BellSouth) che europei (BT, France Telecom, Deutsche Telecom), si è di recente fuso con un altro che promuove l’adozione dello standard IEEE 802.3ah sulle reti pubbliche lato accesso su cablaggio sia ottico che in rame, quello che è comunemente chiamato “accesso sull’ultimo miglio” e che nella terminologia american è invece Ethernet in the First Mile. Parliamo dunque di reti Carrier Ethernet e di Ethernet Access. Ma quali sono i vantaggi offerti carrier di Telco e utenti sia fissi che mobili rispetto alle attuali infrastrutture? Sostanzialmente il vantaggio di avere tutto Ethernet anche su reti di infrastruttura di tipo geografico sta nella scalabilità dal punto di vista della larghezza di banda e nel superamento delle attuali limitazioni quando si rende necessaria la disponibilità di nuovi servizi convergenti per l’utenza consumer, come la televisione su IP, il cosiddetto Triple Play, oppure la maggiore disponibilità di banda all’interno di una grande azienda che sta consolidando le applicazioni su pochi e potenti server. Una Carrier Ethernet è una rete a standard Ethernet su scala metropolitana (MAN) o geografica (WAN) che viene “irrobustita” con cinque caratteristiche che gli esperti definiscono “carrier class”. Prima di tutto, la già accennata scalabilità: si parte da 1 Mbps (le vecchie LAN) per arrivare a velocità di 40 fino a 100 Gbps con uno switching di tipo a pacchetto che ottico. Poi, resilienza di rete e protezione del traffico con tempi di recovery inferiori a 50 ms per il traffico voce (la voce occupa sì poca banda, ma è sensibile a ogni ritardo introdotto dalla rete). Per terzo, garanzia di SLA end to end; in quarto luogo supporto della multiplazione TDM con emulazione di servizi a circuito (tipicamente la voce) e poi gestione dei servizi di rete con capacità Operation and Administration (OAM). Per gli analisti di mercato le apparecchiature di tipo Carrier Ethernet sono il segmento di mercato del settore Telco in più rapida crescita, mentre i servizi su protocollo Ethernet raggiungeranno secondo IDC un valore di 19 miliardi di dollari nel 2007 contro i 9 di quest’anno. Un ampio trend di crescita cui fa fede anche una survey sui servizi Ethernet presentata al Cebit da RHK: per i 91% degli utenti interpellati una WAN a protocollo Ethernet è un mezzo importante per ridurre i costi IT.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore