Pronto il super-chip per i cellulari

Workspace

Texas Instruments e Analog Devices presentano il chip per i network 3G

Texas Instruments e Analog Devices presenteranno entro la settimana, un nuovo chip per cellulari con capacità di comunicazione pronti per i futuri network 2.5 e 3G. Sebbene lOMAP (Open Multimedia Applications Protocol) e la piattaforma Othello One di Analog offrano diverse funzionalità, puntano ambedue allo stesso obiettivo ridurre il numero di chip da inserire in un telefono cellulare e ridurne di conseguenza i costi. Analog, nel frattempo, sta per presentare anche il nuovo chip a segnale digitale sviluppato in collaborazione con Intel. I grandi produttori del settore si stanno muovendo per assicurarsi una buona posizione di mercato sui chip per cellulari. Si prevede infatti che entro i prossimi 2 o 3 anni molti consumatori dovranno rimpiazzare il loro mobile con i nuovi sistemi in grado di supportare i network 2.5G o 3G attualmente in fase di sviluppo. E la fetta di mercato da spartire sarà davvero grande. I telefoni cellulari si dividono sostanzialmente in tre parti trasmettitore a radiofrequenza, lunità di banda con il Dsp (Digital Segnal Processing) per convogliare i segnali e un processore per gestire linterfaccia con lutente. Othello One raggruppa i chip necessari per la trasmissione in un unico supporto. Limportante sarà comunque assicurare chip più veloci in vista delle applicazioni multimediali via cellulare di cui in molti prevedono un boom nei prossimi due anni. Richard Aerselake, marketing manager per il settore wireless di T1 spiega come tutti sono convinti che le applicazioni multimediali arriveranno anche sul wireless. La vera differenza sarà sul tipo dofferta proposta.OMAP include anche un kit per lo sviluppo software e tutto il necessario per lo sviluppo in altri sistemi operativi come Epoch e Windows CE. Presto sarà garantito anche il supporto per Palm, si dovrà aspettare però che la società renda compatibile il suo sistema operativo con il processore ARM.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore