Pronto il vademecum per l’e-learning

NetworkProvider e servizi Internet

Sono disponibili ormai i primi strumenti operativi per la diffusione
dell’e-learning nella P.A. italiana.

ROMA. E’ stato presentato ufficialmente alla 15ª edizione del Forum PA nel corso del Convegno sulla Formazione pubblica il “Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle PA”. Elaborato dal Gruppo di Lavoro istituito presso il CNIPA – al cui interno sono rappresentate le P.A., il mondo accademico, le associazioni di fornitori e gli utenti – il volume ripercorre il processo di sviluppo di un progetto di formazione in modalità e-learning e mette in evidenza l’importanza delle tecnologie e dei problemi tecnici connessi alla produzione e all’impiego di materiali didattici portabili e riusabili. Intende focalizzare tre aspetti: l’impatto organizzativo di un progetto e-learning,la progettazione didattica di corsi in modalità e-learning e le sue ricadute sulla fase di erogazione, l’analisi delle componenti di costo di un progetto e-learning. L’opera si pone come obiettivo primario di completare il percorso avviato con la direttiva in materia di e-learning per le P.A. e dettagliare quanto indicato nelle linee guida. Intende pertanto fornire uno strumento operativo che permetta di orientarsi all’interno di un processo di e-learning, fornendo nel contempo indicazioni relative alla terminologia, allo stato dell’arte, alle tipologie di fornitura. Ed ancora si propone di fornire all’utente soluzioni su come effettuare scelte tecnologiche in funzione delle esigenze dell’amministrazione, guidare le scelte nell’individuazione di percorsi e contenuti formativi in modalità e-learning, presentare gli elementi da prendere in considerazione nell’effettuare/affidare all’esterno studi di fattibilità. La diffusione dell’e-learning nella pubblica amministrazione costituisce uno dei dieci punti del programma di governo del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, che si pone l’obiettivo di erogare il 50% della formazione pubblica con questa modalità entro la fine della legislatura. Nell’ultimo quinquennio, le P.A. hanno rapidamente sviluppato un forte interesse verso applicazioni delle nuove tecnologie alla formazione che consentono di accelerare e ottimizzare la diffusione delle informazioni e della conoscenza, abbattendo i vincoli di tempo e spazio della formazione tradizionale. Allo scopo di favorire lo sviluppo dell’e-learning e’ stato costituito un gruppo di lavoro cui hanno partecipato specialisti del CNIPA, del Dipartimento della Funzione Pubblica, del mondo universitario e di associazioni di fornitori di piattaforme e di contenuti: Mauro Boati, Asfor e Italia Lavoro; Fabrizio Cardinali, IMS Technical Board; Alberto Colorni, Politecnico di Milano; Mirella Casini Schärf, responsabile area Formazione del CNIPA; Vincenzo Fortunato, MIT; Roberto Liscia, Anee-Assinform; Claudia Montedoro, Isfol; Francesca Patini, Ferdercomin; Francesco Porzio, Consip; Francesca Russo, Funzione Pubblica. Il gruppo ha predisposto una bozza di Direttiva, delle Linee guida per i progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. e adesso un Vademecum di approfondimento.

Studiocelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore