Prosegue il processo contro ElcomSoft

Aziende

La parola ai giurati

Va avanti il processo intentato contro ElcomSoft, softwarehouse russa accusata dalle autorit federali statunitensi di aver venduto illegalmente un programma in grado di disabilitare i settaggi di sicurezza degli eBook Adobe. I giurati dovrebbero iniziare a deliberare oggi, subito dopo le arringhe del pubblico ministero e dellavvocato difensore presso il tribunale distrettuale di San Jose, California. In caso di condanna, ElcomSoft sarebbe la prima societ ritenuta colpevole da una giuria per la violazione del Digital Millennium Copyright Act, statuto che proibisce la creazione e la vendita di tecnologie in grado di aggirare le protezioni del diritto dautore applicate ai contenuti digitali. ElcomSoft accusata di aver violato il DMCA quando, a luglio 2001, cominci a vendere un prodotto chiamato Adobe eBook Processor, che consentiva agli utenti di disabilitare i codici degli ebook protetti dal copyright. Questa settimana sono stati chiamati a testimoniare per la difesa diversi dipendenti di ElcomSoft, che hanno dichiarato di non credere che la compagnia abbia violato alcuna legge creando e vendendo il programma. Lavvocato difensore di Elcomsoft, Joe Burton, ha chiamato a deporre tre testimoni, tra cui il presidente della softwarehouse Alexander Katalov. Questi ha ammesso di essere a conoscenza dellesistenza del DMCA, anche prima di mettere in commercio il prodotto, ma ha aggiunto di non pensare che il software violasse lo statuto. Sono felice che esista questa legge. Penso che protegga il mio software contro il furto ha detto. Ha detto ancora che continua a pensare che lAdobe eBook Processor non sia un programma illegale. (In Russia il programma legale). Ha poi reso noto che il suo programma stato acquistato dallFBI, da procure distrettuali degli Stati Uniti, da dipartimenti di polizia, da multinazionali come Microsoft, Motorola e, pi sorprendentemente, Adobe. Altro testimone della difesa, Vladimir Katalov, fratello di Alexander Katalov e dirigente di ElcomSoft, ha citato i principi deldiritto dautore, applicato comunemente ai documenti stampati, per spiegare le ragioni per cui ritiene che il programma sia legale. Ha fatto notare che il programma funziona soltanto per gli ebook acquisiti legalmente. E stato studiato per mettere in pratica gli stessi diritti difesi dal diritto dautore, facendo funzionare copie di ebook pi convenienti e flessibili. Anche se ElcomSoft perdesse la causa, inverosimilmente qualcuno affronter il carcere, perch il governo non sta perseguendo unazione legale contro una persona specifica, ha detto Cindy Cohn, avvocato difensore della Electronic Frontier Foundation, che ha fornito il suo appoggio legale alla compagnia. Pi probabilmente la compagnia dovr affrontare una pena pecuniaria, ha aggiunto. Secondo Cindy Cohn, la formulazione delle istruzioni sottoposte alla giuria avr un ruolo determinante sul risultato del processo. ElcomSoft avr pi possibilit di un verdetto favorevole se alla giuria verr chiesto di concentrarsi sulla questione delle intenzioni della compagnia di infrangere o meno la legge. E veramente difficile capire cosa andato storto per Elcomsoft, ha detto la legge non chiara. Sembra voler criminalizzare qualcosa che normalmente legale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore