Psion taglia il settore consumer

Workspace

La società si focalizza sul settore educativo e aziendale

Psion, il più grande produttore europeo di handheld computer, intende ritirarsi dal mercato consumer per concentrarsi sul settore educativo e della proprietà intellettuale. Lannuncio arriva dopo il taglio annunciato da Compaq, che a sua volta ha registrato una diminuzione delle vendite rispetto a quanto previsto. Psion ristrutturerà la sua divisione digitale, mettendo in mobilità circa 250 lavoratori. Subito dopo lannuncio, le quotazioni della società hanno perso l11,6%. In ogni caso, il ceo David Levin, si è detto convinto di poter ancora raggiungere del profitto entro la seconda metà dellanno finanziario in corso. Lattenzione di Psion sarà rivolta in particolare alla sua linea di prodotti netBook, indirizzati ad un pubblico professionale interessato allinsegnamento su pc. La società ha fermato anche gli investimenti sulla tecnologia Bluetooth indirizzata al settore privato. Il mercato non è cresciuto in questo ultimo anno. Non cè modo di lanciare nuovi prodotti se il mercato non è ancora pronto…? ha spiegato Levin.Gli analisti del settore si dicono daccordo con la decisione presa da Psion Dal punto di vista strategico è la cosa giusta da fare. Psion non ha le risorse per competere sul mercato consumer è il commento più volte ripetuto. Ora gli occhi sono puntati sulla divisione Psion Teklogix, specializzata allo sviluppo di soluzioni per il controllo magazzino via sistemi wireless Sebbene Psion Teklogix continui a crescere in Europa, il rischio è che nei prossimi mesi, anche su questo mercato arrivi una recessione simile a quella statunitense mettono in guardia dalla società.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore