Pubblicità: Nielsen rivede al ribasso le stime 2008

Aziende

Iaa ha presentato i dati su “Lo scenario internazionale della pubblicità”. Paolo Duranti, managing director Nielsen Media Research: “Le stime di crescita degli investimenti in pubblicità sono state tagliate al 2,6% rispetto al 2,9% dello scorso dicembre”. A doppia cifra gli investimenti nell’adv online

Cosa fanno gli italiani dopo aver visto uno spot su Internet? Vanno sul sito dell’azienda, cercano informazioni sul prodotto e parlano dello stesso con amici e parenti.

Nel 2007, la pubblicità su Internet ha superato quella fatta via radio e cinema e insegue le affissioni. In Italia gli investimenti pubblicitari in rete sono cresciuti del 42% tra il 2006 e il 2007 e, anche le previsioni per quest’anno parlano di un incremento a doppia cifra.

Iaa, Internation Advertising Association, ha presentato i risultati sullo Scenario internazionale della pubblicità elaborati da Nielsen Media Research. In Europa, l’incremento della pubblicità è stato del 4% nel 2007, a fronte di una crescita mondiale del 6% dove hanno svettato paesi come la Cina (+14%) e l’India (+21%).

Ma è Internet, in generale, a meritare un discorso a parte. “La tecnologia gioca un ruolo di primaria importanza nel proporre nuovi media e nel modificare profondamente le modalità di fruizione degli stessi. Molte – spiega Paolo Duranti, managing director Nielsen Media Research sud Europasono le dinamiche in tal senso e tutte convergono sulla necessità di misurare i 3 schermi e trovare il più possibile correlazioni con i derivanti comportamenti di acquisto”.

Meno brillanti le performance italiane dove, fatta eccezione per Internet, tutti i mezzi lottano per mantenere i loro fatturati. “Nel 2007, in Italia gli investimenti in pubblicità sono cresciuti del 3%. Un dato basso che può essere analizzato sotto due punti di vista. Io voglio leggerlo in chiave positiva – spiega Duranticioè che gli investitori hanno confermato gli investimenti pianificati l’anno precedente. Tra gennaio e aprile 2008, abbiamo osservato una crescita del 2% e necessariamente le stime di crescita degli investimenti per l’anno, nel suo insieme, sono state tagliate al 2,6% rispetto al 2,9% formulato lo scorso dicembre. L’investimento su Internet ha registrato, nel 2007, +42%, un dato a doppia cifra in linea con il resto del mondo. Un fenomeno interessante – commenta Durantiè la crescita degli investimenti in Internet tra i top spender del mercato tra il 2006 e il 2007. Il dato è elevato e si attesta attorno al 55%, mentre se analizziamo gli investimenti degli altri restanti spender, la crescita è più contenuta ma sempre a doppia cifra,pari al 28%”.

L’intervista video a Paolo Duranti in occasione di Iab Forum 2007 .

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore