Pubblicità sul web? No grazie

Aziende

Secondo una ricerca Jupiter Mmxi, la pubblicità online non decolla e accusa problemi notevoli.

Televisione, stampa e affissioni. Queste le pubblicità ancora di maggior successo, secondo lindagine effettuata da Jupiter Mmxi. Il web non riesce ancora ad affermarsi come media valido, secondo Jupiter, almeno fino a quando non verranno affrontate e risolte questioni importanti quali il servizio ai clienti, lefficienza e il branding. Oltre la metà degli inserzionisti europei afferma che internet non ha una penetrazione sufficiente e oltre un terzo degli intervistati ritiene il mezzo troppo caro ed esprime perplessità sul valore stesso del web per comunicare e affermare un marchio, nonché la presenza di notevoli limitazioni creative e opportunità di target del tutto insufficienti. Questo quadro negativo è confortato dalle previsioni che la stessa Jupiter fa per il 2006, con un giro daffari di 29 miliardi di euro e oltre un miliardo di persone in grado di accedere alla rete e quindi di vedere la pubblicità in essa inserita. La ricerca è un campanello di sveglia per lindustria – ha dichiarato Staffan Engdegard, analista per la pubblicità online di Jupiter Mmxi – la pubblicità online è stata severamente danneggiata dalla crisi delle dot com ma la nostra ricerca ci mostra che questa non è la sola ragione dellinversione di tendenza della pubblicità sul web. Egli si è detto convinto che questo sia il momento migliore per lanciare la pubblicità in rete, anche se le concessionarie dovranno lavorare molto per dimostrare il valore di questo mezzo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore