Pumped Hardware Pumped DuoCore SerieS E6600/XFIREGT

PCWorkspace

Una potente macchina da gioco pensata per utenti esperti e smaliziati e
dotata degli ultimi ritrovati tecnologici

Già dall’aspetto e dalle luci installate sul case è facile capire come questa configurazione sia indicata soprattutto ai videogiocatori e all’ambito domestico. DuoCore SerieS E6600/XFIREGT è stato infatti assemblato per gli utenti evoluti, che desiderano ottenere il massimo nell’esecuzione di qualsiasi applicazione, in particolar modo nei giochi di ultima generazione. Alla base di questa configurazione c’è il microprocessore di recente introduzione Intel Core 2 Duo E6600, che sfrutta l’ormai collaudato Socket 775 e dispone di due nuclei operativi con frequenza di 2,4 GHz, un Front side bus a 1.066 MHz e una cache di secondo livello di 4 Mbyte. Grazie al processo produttivo a 65 nanometri, questa Cpu offre un elevato rendimento a fronte di consumi inferiori alla precedente generazione e un Thermal Design Power di 65 W. Inoltre, per garantire prestazioni maggiori, i tecnici di Pumped Hardware hanno scelto di overclockare il bus di sistema della Cpu, portandolo da 266 MHz a 285 MHz e incrementando così la frequenza reale di 177 MHz. Il clock effettivo del processore in prova è dunque di 2,577 GHz. Grazie anche a questa modifica, DuoCore SerieS E6600/XFIREGT ottiene risultati particolarmente elevati. La motherboard scelta come base per questa configurazione è la AsRock Con- RoeXFire-eSATA2, con chipset Intel 945P e ICH7R e capace di gestire configurazioni Ati CrossFire, grazie alla presenza di uno slot Pci Express x16 e uno slot ausiliario denominato Agi, con specifiche Pci-E x4. La scheda madre offre inoltre quattro canali seriali di seconda generazione, una porta Gbit e un Codec a 8 canali. Le ottime prestazioni ottenute da questa configurazione sono merito anche dell’elevato quantitativo di memoria installato, ben 4 Gbyte. I moduli utilizzati, quattro da 1 Gbyte ciascuno, sono marchiati TwinMos e hanno specifiche Pc2-5300, frequenza operativa a 667 MHz e latenza CL5. A completamento della buona dotazione offerta sono disponibili due hard disk Maxtor 6V320F0, con interfaccia Serial Ata 2 e capacità di 320 Gbyte cadauno. Le due unità sono configurate in Raid 0, o striping, con cluster da 128 Kbyte per aumentare la velocità di accesso e le prestazioni in lettura/scrittura. Decisamente buona la scelta per quanto riguarda l’acceleratore video, si tratta del recente Ati Radeon X1900 GT, con 256 Mbyte di memoria e capace di ottime prestazioni. Il modello Sapphire integrato fa uso di un sistema di raffreddamento a singolo slot, efficace e silenzioso. Le performance di questa Vpu sono di ottimo livello, come confermano i test 3Dmark 2003 e 2005, e permettono di giocare con dettagli elevati e risoluzioni superiori a 1.024×768 pixel anche con i più recenti titoli 3d. Naturalmente, un sistema così potente e overclockato deve essere raffreddato a dovere, per evitare blocchi di sistema e possibili danneggiamenti dei componenti interni. A tale scopo è stato scelto un case caratterizzato da fiancate completamente traforate e dotate di sistemi di filtraggio antipolvere. In aggiunta al dissipatore boxato Intel per il processore sono state installate due ventole ausiliarie, una in corrispondenza del lato posteriore, per espellere l’aria calda, e una sul fianco sinistro. Questa ventola, con diametro da 12 cm e Led blu, è ancorata alla paratia laterale e assicura aria fresca nella zona centrale della motherboard, per la scheda grafica e il chipset. Il rumore prodotto è tuttavia superiore alla media e può diventare fastidioso quando la macchina è sotto stress dopo diverse ore. Esteticamente il case si presenta molto originale, realizzato in materiale grigio e dotato di luci blu che illuminano il pannello frontale, peccato solo per le unità floppy e Dvd DL, scelte nel colore bianco invece che grigio argentato come il resto del Pc.

Votazione: 82

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore