Qtrax ci riprova

AccessoriWorkspace

Il sito del Peer to peer legale sostenuto dall’advertising online, ritenta il rilancio. L’altra volta fu un bluff

Qtrax è stato il bluff della musica digitale del 2008: il sito che avrebbe dovuto far scaricare gratis la musica, sostenuta dagli introiti plubblicitari, era stato presentato con le fanfare, quando si scoprì che mancavano le firme delle Major. Warner né altre due major non aveva “autorizzato l’uso dei suoi contenuti per il servizio annunciato da Qtrax”.

Ma adesso Qtrax è pronto per riprovarci 15 mesi dopo il bluff e il fiasco planetario. Lo riporta il Financial Times .

Qtrax spera di generare ricavi al 90% dalla pubblicità e per il 10% con accordi diretti. In questi mesi Nokia ha lanciato Comes with Music di Nokia, che offre musica gratis sui cellulari Xpress Music.

Inoltre Qtrax dovrà vedersela con MySpace Music , diventato un jukebox gratuito, ma sostenuto dall’advertising, e sfida iTunes di Apple. MySpace Music offre musica gratis, ma sponsorizzata. I quattro sponsor che permettono streaming gratis in cambio di advertising online, sono:McDonald’s, Sony Pictures, Toyota e State Farm.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore