Qualcomm acquisisce NXP per 38.5 miliardi di dollari

AcquisizioniAziende
Qualcomm acquisisce NXP per 47 miliardi di dollari
1 0 Non ci sono commenti

Con questa acquisizione, NXP permetterà a Qualcomm di diversificare, mentre rallenta il mercato smartphone: infatti, i semiconduttori di NXP sono utilizzati a bordo delle auto

L’acquisizione è ufficiale: Qualcomm compra NXP per 47 miliardi di dollari, debiti inclusi. Con questa mossa, NXP permetterà a Qualcomm di diversificare, mentre rallenta il mercato smartphone: infatti, i semiconduttori di NXP sono utilizzati a bordo delle auto. Il valore equity della transazione è pari a 38.5 miliardi di dollari. Inclusi i debiti, il valore enterprise sale a 47 miliardi di dollari, secondo lo Chief Financial Officer George Davis. L’acquisizione aggiungerà 11 miliardi di dollari di debiti nel bilancio di Qualcomm.

Qualcomm acquisisce NXP per 47 miliardi di dollari
Qualcomm acquisisce NXP per 47 miliardi di dollari

NXP Semiconductors NV consentirà all’azienda di Snapdragon di espandersi in nuove industrie come l’Automotive, il settore in più rapida ascesa nell’era delle auto connesse, delle self-driving car e delle car-as-a-service, riducendo al tempo stesso l’eccessiva dipendenza dagli smartphone.

L’azienda di San Diego paga 110 dollari per azione in contanti per aggiudicarsi l’olandese NXP, il maggior supplier di chip usati nell’automotive, con un premio dell’11% sulla chiusura di mercoledì.

L’anno scorso NXP aveva acquisito Freescale Semiconductor per 16.7 miliardi di dollari, debiti inclusi: così è diventato un player fondamentale nel segmento dei microcontrollori a segnale misto ad alte prestazioni e nel mercato automobilistico. FreeScale era stata creata da Motorola nel 2004 come entità autonoma per la produzione di semiconduttori.

Il Boston Consulting Group (Bcg) prevede che il mercato delle auto senza conducente (vetture a guida autonoma o self-driving cars) potrebbe valere 42 miliardi di dollari entro il 2025.

Il Ceo di Qualcomm Steve Mollenkopf ha commentato: “Nessuna sorpresa, ci stavamo guardando intorno”, dopo l’effetto disruption innescato dal Mobile.

L’azienda frutto della fusione conta ricavi combinati superiori a 30 miliardi di dollari. L’azienda entra in un mercato valutato 138 miliardi di dollari dal 2020, secondo le stime di Qualcomm. Due anni dopo la transazione, Qualcomm prevede risparmi per 500 milioni di dollari all’anno.

Whitepaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper: Siete in grado di garantire una mobile experience di qualità?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore