Quali sono le priorità e le azioni comunitarie per sostenere la crescita dell’innovazione?

Workspace

Il Commissario europeo designato per la Società dell’Informazione e i Media ritiene necessari la riduzione del divario digitale e l’aumento della competitività

BRUXELLES. Viviane Reading, Commissario europeo designato per la Società dell’Informazione e i Media, ha illustrato al Parlamento Europeo priorità e azioni per sostenere la crescita dell’innovazione. Riduzione del divario digitale e aumento della competitività: sono i due assi del programma presentato al Parlamento Europeo, riunito in plenaria dal 27 settembre per ascoltare e interrogare i futuri commissari. Con un più ampio portafoglio a disposizione e un campo di azione che non coprirla solo le nuove tecnologie ma tutti i media, il nuovo Commissario UE si appresta a giocare un ruolo determinante nel definire il percorso della via europea alla conoscenza e all’informazione. Imprescindibile quindi, il rilancio della Strategia di Lisbona, attraverso la definizione di un piano eEurope 2010 che garantisca continuata e innovazione rispetto ai precedenti piani d’azione europei. L’obiettivo è più che ambizioso: trasformare l’Unione, entro il decennio, nell’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del pianeta. Il punto di partenza, secondo Reading, è la costruzione di una società dell’informazione onnicomprensiva che concili gli europei con le ICT, dimostrando che le nuove tecnologie possono migliorare la qualità della vita in tutta l’Unione Europea. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore