Qualità più alta per il nuovo Zune

AccessoriWorkspace

La seconda generazione supererebbe l’iPod classic: forse per metà dicembre in Italia. Microsoft inoltre acquista Musiwave

LA SECONDA generazione del player multimediale di Microsoft pare migliore della prima, tanto che per qualcuno supererebbe anche l’Ipod Classic.

Il modello da 80 GB è il più interessante, con connessione wireless e radio FM integrata, e negli USA costa 250 dollari.

La statunitense PCWorld, ad esempio, ne ha pubblicato una prova mostrando come il prodotto, pur essendo meno bello a vedersi e un po’ più spesso del suo concorrente Apple, vanti ora una qualità audio molto elevata, grazie soprattutto alle nuove cuffie di cui è dotato.

Lo Zune ha poi il vantaggio di supportare numerosi formati di file: Mp3, Wma, Wma lossless (senza perdita di qualità), file protetti PlaysForSure, più il suo formato specifico con DRM.

Ha un display da 3,2″ (320×240 pixel) capace di riprodurre video anche codificati h.264 e Mpeg-4, oltre ai Wmv.

Ma è la sincronizzazione wireless la sua caratteristica vincente, che permette di collegarlo a un sistema di diffusori trasformandolo in un media hub domestico per ascoltare i contenuti sincronizzati con il PC, che magari si trova in un altra stanza.

Le voci su un possibile arrivo in Italia di Zune per il momento parlano di metà dicembre, in tempo per le festività Natalizie. Nulla di confermato comunque.

Altre informazioni le trovate qui .

Microsoft inoltre acquista Musiwave, provider di servizi di intrattenimento musicale per telefonia mobile: il colosso di Redmond potrebbe integrarli con Windows Mobile, Zune e Msn.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore