Quando il firewall non basta

Sicurezza

Sonicwall apre alle applicazioni

Con l’acquisizione di Mailfrontier, Sonicwall mette a disposizione dei suoi utenti di appliance Utm anche un sistema di protezione delle applicazioni di posta elettronica integrato in una suite di prodotti per la sicurezza dei contenuti. Ma il tradizionale cavallo di battaglia dell’azienda californiana, che da poco tempo è guidata in Italia da Paolo Caloisi, sono, oltre ai firewall, le appliance di sicurezza integrata, in particolare per le Pmi. L’ultimo ampliamento alla gamma di prodotto riguarda una soluzione per aziende con meno di 50 utenti per l’accenno protetto da Vpn Ssl. L’appliance Ssl-Vpn 200 di Sonicwall consente agli utenti remoti e in mobilità di accedere via web alle risorse aziendali, dalla posta elettronica, ai file e agli applicativi. L’appliance si integra con i firewall delle serie Tz e Pro, ma è aperta anche a prodotti di protezione di altri vendor. Le nuove appliance sono commercializzate senza vincoli o restizioni di licenza sul numero di tunnel Vpn per utenti simultanei. Le specifiche le consigliano per un carico di 10 tunnel contemporanei in condizioni normali. Alla fine dello scorso anno l’azienda aveva già annunciato una appliance più potente (Ssl-Vpn 2000) in grado di supportare fino a mille utenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore