Quante radiazioni emette il tuo smartphone?

AccessoriMarketingMobilityWorkspace

Per aiutare gli utenti nella scelta dello smartphone, non bastano caratteristiche tecniche e prezzi. Ma serve qualche informazione in più per orientarsi: per esempio a chi passa molto tempo al cellulare conviene sapere quante radiazioni emette il telefonino o lo smartphone che si sta per acomprare. Succede a San Francisco dove accanto al prezzo comparirà

Per aiutare gli utenti nella scelta dello smartphone, non bastano caratteristiche tecniche e prezzi. Ma serve qualche informazione in più per orientarsi: per esempio a chi passa molto tempo al cellulare conviene sapere quante radiazioni emette il telefonino o lo smartphone che si sta per acomprare.

Succede a San Francisco dove accanto al prezzo comparirà la dicitura Specific Absorption Rates (in acronimo SAR, la velocità di assorbimento dell’energia da parte del corpo).

Quasi un anno fa Environmental Working Group (Ewg) ha stilato una classifica, mettendo in lista i cellulari e smartphone, dai più virtuosi (più innocui) sino ai più radioattivi. Dalla ricerca di Ewg emerge che Motorola e Blackberry sono nella lista nera, mentre l’iPhone naviga a metà classifica e Samsung Impresson si salva, vincendo la palma del “più salubre” (o meno radioattivo).

Ecco i cellulari in numeri. Kyocera Jax s1300, Motorola MOTO VU20 4 e T-Mobile myTouch 3G (Htc Android) sono quelli potenzialmente “più pericolosi”, secondo Ewg, con circa 1,55 Watt. Blackberry Curve è in quarta posizione con una radioattività di 1,54 Watt per chilogrammo, mentre l’iPhone è a metà hit-parade con 1,19 W/kg, quasi tre volte il Samsung Impression, il meno nocivo con 0,35 W/kg, e il Motorola RAZR V8, con 0,36W/Kg. Si salvano anche altri Samsung e Motorola, oltre al T-Mobile Sidekick (0,50W/Kg) e il nuovo Blackberry Storm 9530 (0,57W/Kg).

Radiazioni emesse dagli smartphone
Radiazioni emesse dagli smartphone
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore