Quanto vale la collezione dati degli smartphone

CyberwarMarketingSicurezza

Apple e Google dovranno domani presentarsi a un’audizione sulla Privacy online, insieme a Ftc e al Dipartimento di Giustizia. Riservatezza e smartphone, un binomio difficile

Secondo Ovum il mercato della collezione dati provenienti dagli smartphone è in pieno boom e varrà 3 miliardi di dollari entro il 2013. Secondo Mobile Marketer, da uno studio di Google emerge che l’82% dei possessori di smartphone ricevono advertising mobile e il 74% acquista dopo aver usato uno smartphone durante lo shopping.

Ma quello che è andato storto con Apple, tanto da costringere Apple a rilasciare un aggiornamento software per evitare il tracciamento, è il fatto che i produttori di smartphone, di Web apps e inserzionisti devono essere trasparenti con i clienti. Gli utenti devono essere a conoscenza di quali informazioni vengono collezionate e come vengono trattate (in che parole: che fine fanno). Lo ha detto il senatore Democratico Usa Al Franken, chairman della subcommissione per la privacy online che ha chiamato Apple e Google per un’audizione che si terrà domani.

Dopo la denuncia del tracciamento degli utenti di iPghone e iPad 3G con iOS 4 (ora aggiornato a iOS 4.3.3), i manager di Google e Apple dovranno spiegare le proprie ragioni insieme a Federal Trade Commission (Ftc) e al Dipartimento di Giustizia Usa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore