Quanto vivono i DVD

CloudServer

I supporti ottici hanno una durata di vita limitata, così mettono in pericolo i dati ad essi affidati

Nulla è eterno e, a questa regola, non sembrano sottrarsi nemmeno i supporti ottici di memorizzazione. Per tal motivo è opportuno che siano previste delle operazioni di conservazione nel tempo dell’informazione digitale, sia riversando periodicamente i dati dai vecchi supporti su supporti nuovi (refreshing), sia adottando soluzioni specifiche per la preservazione nel tempo. In commercio esistono supporti di qualità scadente, capaci di non andare oltre i due anni di vita, e supporti di qualità che, una volta scritti, possono benissimo rimanere integri anche cinque anni. Il motivo principale della scarsa durata dei supporti è proprio la possibile conseguenza del processo di masterizzazione, la scrittura cioè dei dati attraverso l’incisione del laser sul disco: lo strato a base organica, modificato dal calore del laser per registrare i bit di informazione, può incorrere in un processo degenerativo, a causa del quale i dati letteralmente “si spostano” sulla superficie e diventano illeggibili.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore