Quantum centralizza le chiavi

CloudServer

Una gestione semplice, scalabile e abbordabile delle chiavi di protezione in
ambienti di datacenter d’impresa e distribuiti che non influisce sulle
prestazioni di backup

La società specializzata in backup, recovery e archiviazione Quantum, ha annunciato la soluzione Quantum Encryption Key Manager (Q-EKM). Disponibile entro fine mese come soluzione scalabile per la diffusa gamma di archivi su nastro Scalar di Quantum, Q-EKM si basa sugli algoritmi standard del settore per la gestione sicura delle chiavi crittografiche. Usato insieme alla crittografia via hardware dei drive per nastri LTO-4, Q-EKM centralizza in maniera semplice e abbordabile la gestione delle chiavi per le procedure di backup, restore e disaster recovery. Secondo i dati compilati dalla Privacy Rights Clearinghouse, negli ultimi due anni e mezzo sono state registrate centinaia di intrusioni su basi dati e sino a oggi sono stati compromessi quasi 167 milioni di record che contengono informazioni personali sensibili. Gli incidenti hanno costretto le aziende a subire il costo finanziario di ridurre i danni potenziali per i clienti e i dipendenti coinvolti e le hanno esposte a rischi legali. Inoltre più di trenta stati hanno emesso leggi sulla protezione che richiedono che i soggetti coinvolti siano notificati di eventuali infiltrazioni, il che può portare gravi danni alla reputazione di un’azienda. Quantum riconosce le complessità associate alla protezione e la gestione di procedure di protezione e gestione di backup e disaster recovery fra sedi distaccate e datacenter. I clienti possono replicare dati crittografati fra sistemi Quantum basati su disco sfruttando la de-duplicazione dei dati, gestendo e monitorando in maniera protetta i loro ambienti di protezione dati, fra cui i sistemi Quantum, da una sola sede o postazione, e ora Q-EKM entra a fare parte di questa suite di soluzioni per consentire una gestione scalabile e centralizzata della crittografia dei nastri e delle chiavi. Q-EKM è un programma in Java che genera, protegge, memorizza e gestisce le chiavi di protezione. Tali chiavi vengono create impiegando un sofisticato algoritmo progettato per garantire che ciascuna chiava sia unica e imprevedibile. Q-EKM adotta una costruzione delle chiavi basata sull’ Advanced Encryption Standard (AES) a 256-bit attualmente raccomandato dal governo degli Stati Uniti per proteggere anche dati top secret, garantendo che ciascuna chiave generata sia efficacemente protetta da attacchi. Generando le chiavi crittografiche fuori dal percorso dei dati o ?out of band? Q-EKM non influisce sulle prestazioni dei backup ed è indipendente dalle applicazioni, garantendo così una decrittazione più facile e veloce dei dati su supporti LTO-4. Le licenze per il software Q-EKM saranno disponibili entro la fine del mese tramite Quantum e la sua rete di partner di distribuzione. La soluzione è scalabile su tutto il catalogo di archivi su nastro Scalar i500 and Scalar i2000 dotati di LTO-4. Una volta installato e configurato, Q-EKM è interamente automatizzato per gestire l’intera vita delle chiavi e sollevare il carico amministrativo dal cliente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore