Quarant’anni di mouse, ma il touchscreen incalza

Stampanti e perifericheWorkspace

Nato nel rivoluzionario 1968, il mouse compie 40 anni. Logitech ha appena festeggiato il milardesimo mouse venduto: ma il touchscreen minaccia di mandare il “topolino” in pre-pensionamento

Solo due anni fa, avremmo scritto:quarant’ann i senza rughe. Oggi, invece, al quarantesimo compleanno del mouse (1968-2008), dopo che l’iPhone e l’affollata arena di anti iPhone, ha sdoganato il touchscreen, subito copiata dai primi desktop con il monitor da sfiorare con un dito (Hp e presto Asus EeeTop), dobbiamo scrivere: il mouse compie 40 anni, ma rischia di essere mandato in pre-pensionamento.

In realtà, il mouse è tuttora vitale, e a fargli rischiare un pensionamento anticipato, sarà solo l’arrivo di Windows 7, il primo sistema operativo di Microsoft pronto per gestire il touchscreen.

Il mouse nasceva il 9 dicembre del 1968 quando Douglas Engelbert, della Stanford University, dide dimostrazione del sistema operativo Nls sfruttando per la prima volta la periferica.

Solo pochi giorni fa Logitech ha prodotto il miliardesimo mouse, una tecnologia che i Pc touchscreen vorrebbero mandare in pensione.

Mentre il primo miliardo di Pc è frutto del contributo di tanti vendor del mercato computer, Logitech ha fatto tutto da sola, commenta la Bbc .

Il mouse è una tecnologia che i Pc con schermo touchscreen vorrebbero mandare in pensione: ma, nonostante il 2009 si preannunci come l’anno dei computer da sfiorare con un dito, il mouse ha ancora tante cose da dire.

Leggi anche The Inquirer: Il miliardesimo mouse di Logitech

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore