Quinto round: Migliorare lo "stile di vita digitale" è possibile” Come”

Aziende

Il Digital lifestyle si evolve ogni giorno. Ultimo giro di opinioni alla
Tavola Rotonda di Vnunet

Attorno al tavolo, il senatore Fiorello Cortiana, Franco Roman(Direttore Marketing e Partner Sales) di Sun Microsystems Italia e Marco Piattelli (Business Development Enterprise Director Europe) di AMD, per analizzare i frutti del convegno Condividi la conoscenza.

Vnunet: Migliorare lo “stile di vita digitale” è possibile? In che modo?

Fiorello Cortiana: E’ possibile migliorare lo “stile di vita digitale” laddove si condividano la multidimensionalità delle potenzialità della rete attraverso pratiche interattive. Solo il superamento del modello broadcasting o da “guardoni” dei siti porno può consentire di qualificare l’uso della rete, dimostrando che questa non consiste in una seconda vita virtuale che sostituisce l’incontro sociale, bensì è una estensione delle relazioni sociali e propedeutica a queste.

Marco Piattelli: Tutti parlano di stile di vita digitale e tutti i parlano di semplificare la tecnologia, ma si tratta di un obiettivo semplice solo da un punto di vista teorico: semplicità e tecnologia sono infatti, nella realtà, due mondi separati. Le aziende IT devono impegnarsi nel progettare e rendere disponibili prodotti innovativi, ma di semplice utilizzo che consentano agli utenti di usufruire al meglio delle loro funzionalità e di godere appieno dei vantaggi di questi dispositivi, invece che impararne a conoscere solo una piccola parte. Un tempo era l’utente che doveva adattarsi alla tecnologia; ora invece è la tecnologia che deve adattarsi all’utente, ma per fare questo essa deve basarsi su una tecnologia che l’utente già conosce, piuttosto che su qualcosa che deve apprendere da zero. La tecnologia che vanta caratteristiche ?plug and play’ non ha mai riscosso così tanto successo, è diventata il Sacro Graal della moderna tecnologia. La spiegazione è semplice, infatti quando l’utente padroneggia la tecnologia, riesce a sfruttarne i va ntaggi in modo più rapido ed efficace, se invece la tecnologia confonde l’utente, essa perde ogni valore e diventa obsoleta prima di essere adottata.

Franco Roman: Ho notato che si parla sempre meno della necessità di formare le persone sull’utilizzo della tecnologia. Questo perché Internet è diventato un luogo di attrazione, dove la gente si ingegna e usa il pc senza difficoltà. Credo che il miglioramento dello stile di vita digitale sia legato alla nascita di nuovi servizi che non sono indotti ma rispondono a esigenze. E’ il caso del motore di ricerca: chi rinuncerebbe alla comodità del motore di ricerca? Nessuno. Il fatto che ci sia una strumento così importante dà all’utente una forza di autoistruzione. La ricchezza di contenuti sta portando molte persone sulla rete facendo superando le barriere tecniche ancora esistenti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore