Radiazioni, nuovo studio non scagiona il cellulare

Mobility

I ricercatori del World Health Organization e del National Cancer Institute non hanno ancora chiarito se la telefonia mobile sia sicura o no

Regna l’incertezza nel campo della sicurezza dei cellulari, all’indomani dello studio sulle radiazioni emesse degli smartphone, ma soprattutto dell’ultima ricerca redatta dal World Health Organization e dal National Cancer Institute.

I cellulari sono sicuri? Ancora non c’è un sì o un no definitivo a questa domanda. Il nuovo studio non scagiona (ma neanche colpevolizza) il cellulare.

L’ Interphone study , iniziato una decade fa, coinvolge 13 paesi e in parte è supportato dall’industria wireless.

Alcuni dati indicano che sussiste un collegamento tra tumori cerebrali e uso dei cellular i dopo 10 anni.Ma prima di fornire un responso definitivo al più grande interrogativo di questi anni, tutti gli scienziati convergono su un punto: c’è necessità di più ricerca.

In attesa di un sì o un no, alcuni paesi, com Finlandia e Francia hanno assunto il principio di precauzione, avvertendo i genitori di non permettere ai figli di usare il cellulare.

I ricercatori cercano di capire come le radizioni assorbite dal corpo, abbiano effetto su elettroni, reazioni chimiche, e in definitiva quale impatto abbiano sulla biologia umana.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore