Radio on-line, l’inizio della fine?

CyberwarSicurezza

Mano pesante della RIAA sul rinnovo delle tariffe per le licenza di
distribuzione della musica in streaming.

L’associazione dei discografici americani, la RIAA, ha cambiato le tariffe e le modalità di pagamento delle royalties per la diffusione di contenuti protetti dal diritto d’autore via radio. A quanto sembra le nuove norme potrebbero soffocare molte radio nate on-line, che si troverebbero a dover pagare cifre insostenibili per rimanere nella legalità e diffondere liberamente la propria musica. Inoltre l’applicazione delle nuove tariffe è retroattiva e vale anche per quelle da pagare per il 2006. Ancora una volta le leggi sul diritto d’autore rappresentano un freno allo sviluppo dei nuovi media.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore