Rai 4 di Freccero strizza l’occhio al Web

AccessoriWorkspace

Il digitale terrestre guadagna un nuovo canale generalista, ideato da Carlo Freccero per un pubblico giovane, dinamico e interattivo, nell’era del web 2.0 e CurrentTv

Carlo Freccero è una delle menti più interessanti e originali della Tv generalista. Uno che conosce la Tv, ma è incuriosito dal Web, che sa mixare tendenze

e stili per servire cocktail mai banali, a volte suggestivi in una Tv, invece sempre più ingessata e noiosa.

Freccero presenta Rai 4, un nuovo canale generalista per il Digitale terrestre in cerca di un’audience fresca e interattiva come il Web 2.0. In prima serata verranno trasmessi film d’autore. In seconda serata ogni giorno sarà mandata in onda una serie americana differente, come Codice Matrix o Six Degrees o Veritas.

La farfalla color bouganville è il logo di Rai 4, e già dal colore promette di essere più frizzante: nasce da Raisat, la factory di Rai4 (factory, come avrebbe detto Andy Warhol negli anni ’60).

Freccero è consapevole del fatto che la tecnologia digitale, satellitare e terrestre, ha cambiato il pubblico televisivo; il Web (e soprattutto quello 2.0) ha creato un’audience di net citizen, che vuol fare giornalismo dal basso e partecipare. Il pubblico passivo di una volta, è un concetto superato.

E Freccero dipinge così questi nuovi spettatori, trasformati dal Dtt, dal satellitare e dal Web 2.0: “Rai4 vuole intercettarli e trasformare gli spettatori in autori: il web sarà una fonte formidabile“.

Ecco un altro che, dopo Al Gore, impara la lezione Indymedia: il pubblico vuole mandare filmati e fare giornalismo dal basso.

Una tv sperimentale non può scaturire bella e pronta come Minerva dalla testa di Giove: il viaggio è lungo ma so dove voglio arrivare”.

Ma in net citizen vogliono partecipare in Tv, anche se nuove, calate dall’alto? O preferirebbero network più orizzontali, come le vecchie street Tv? A questo interrogativo, sarà il futuro a dare risposta. Freccero però ci prova.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore