Rai, il centro di produzione di Torino sarà il punto di riferimento per lo sviluppo del digitale terrestre

NetworkReti e infrastrutture

Così il ministro delle Comunicazioni, Maurizio Gasparri.

”Dopo aver riesaminato diverse volte le problematiche e le prospettive del centro di produzione Rai di Torino, questione che più volte ho portato all’attenzione del direttore generale della Rai, Flavio Cattaneo, ho incontrato oggi l’onorevole Agostino Ghiglia il quale mi ha ulteriormente rappresentato le potenzialità di quella struttura”, dichiara il ministro.” All’onorevole Ghiglia ho confermato il massimo impegno del governo – prosegue il ministro – che ho testimoniato quando ho visitato il centro di produzione di Torino e quando ho ascoltato proposte e suggerimenti dei responsabili di quella sede storica della Rai. Una sede che non deve rappresentare soltanto una grande tradizione, ma deve essere un punto d’impegno soprattutto in vista dello sviluppo della televisione digitale terrestre”. ”Torino è infatti sede di importanti attività sperimentali – afferma il ministro – e ha spazi che possono essere utilmente impiegati, sia per produzioni e attività ordinarie della attuale attività della Rai, sia per incrementare l’impegno e la presenza nel settore digitale. A tal fine ritengo che potranno essere attivate utili collaborazioni anche con la Regione e con la Fondazione Bordoni. Ho rinnovato ancora una volta al direttore generale Cattaneo, che ho trovato peraltro molto attento e sensibile alla questione, la mia sollecitazione a far seguito a programmi concreti e ampi per quanto riguarda la sede di Torino. Sono quindi convinto che anche gli incontri previsti in questi giorni saranno importanti per stimolare il massimo impegno della Rai”. ”Della vicenda mi occuperò prossimamente – conclude il ministro – in occasione della mia visita a Torino dedicata ai temi della comunicazione e alla emissione filatelica per i giochi olimpici, che vedranno impegnati proprio quei territori”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore