Rapporto Censis 2009: in Italia il Web è giovane

Workspace

Internet non sente la recessione: spopola tra i giovani all’80%. 20 milioni gli italiani sui social network. Anche la Web Tv è seguita dal 41% dei giovani sotto i 29 anni. Dal 2001 triplica la Tv satellitare. Il mondo digitale traina la radio

Il boom della Rete non ha sentito crisi. Ancora non è in Rete un italiano su due, ma la diffusione di Internet al 47% nel 2009, è più che raddoppiata dal 20,1% del 2001. Ecco l’Italia dei media fotografata dall’ultimo Rapporto Censis.

Ma è tra i giovani che Internet spopola. Si connette a Internet l’80% dei giovani. Anche la Web Tv è seguita dal 41% dei giovani nella fascia d’età fra i 14 e i 29 anni.

I social network sono onnipresenti: venti milioni di italiani li conoscono; uno su tre utilizza Youtube (28,3%), mentre quasi uno su quattro usa Facebook (22,9%).

La Tv fa ancora la parte del leone: è cresciuta dal 95,8% al 97,8%. È boom anche per la Tv satellitare che triplica dall’11,9% al 35,4%. Anche il Digitale terrestre si attesta il 28%,in attesa dello switch off di tutta Italia nel 2012.

Internet doesn’t kill radio stars: la radio è intramontabile e passa dal 68,8% del 2001 all’81,2% attuale. Grazie anche al digitale: è ascoltata dai player mp3 (18,6%), da Internet (8,3%) e dal telefonino (8,1%).

Il cellulare è salito all’85%. Ma il Rapporto Censis fotografa un arretramento di palmari (-15,8%) e videofonini (-7,2%).

Nel mondo delle news, la Tv batte la stampa: ripone fiducia nella Tv il 59,1% degli italiani (il 63,1% tra i soggetti meno istruiti e il 67,7% tra gli anziani),, mentre la stampa si ferma al 30,5% (con punte del 39,5% fra i più istruiti). si affida alla radio per informarsi solo il 9,3% (il 12,5% solo tra i più istruiti), alle Tv all news il 10,2%, mentre i portali Internet si attestano al 7% (con punte tra i giovani del 16,5%).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore