Rapporto Clusit: Aumentano i cyber attacchi contro cloud, banche e sanità

CyberwarSicurezza
Rapporto Clusit 2015
1 32 Non ci sono commenti

Le previsioni del Clusit per il 2015 stimano che obiettivi degli attacchi saranno sempre più cloud e social network. Lo scenario della Sicurezza IT in Italia

L’anteprima del Rapporto Clusit 2015 sulla sicurezza IT descrive uno scenario da cyberwar. Sono in aumento dei cyber attacchi in supporto ad attività militari, paramilitari e terroristiche. Nel mirino sono banche, cloud, istituzioni governative (a partire dalla sanità), i siti di news.

Rapporto Clusit 2015
Rapporto Clusit 2015

L’Associazione italiana per la sicurezza informatica sulla sicurezza Ict in Italia rilascerà la versione integrale del Rapporto Clusit 2015 in occasione del Security Summit 2015.

Ma in attesa della versione esaustiva, l’anteprima spiega che nel 2014, a livello globale, sono avvenuti 873 incidenti gravi, un numero in calo rispetto al 2013, ma solo per un cambio di definizioni: reati che due anni fa era catalogati come gravi, sono stati derubricati a più lieve entità.

Invece, sono in preoccupante aumento a doppia cifra attacchi di cyberwar e cyber terrorismo: sono cresciuti del 68%.

In flessione è il cyber hacktivism. Gli attacchi di attivismo politico rappresentano il 27% del totale, mentre gli attacchi di cybercrime costituiscono il 60%, il cyber-spionaggio l’8%, il cyber war il 5%.

Il settore Sanità e e Pharma ha registrato un balzo del 190% rispetto al 2013.

L’uso dei malware è salito del 122%, mentre gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) rimangono i preferiti del cyber attivismo, visto che – secondo una ricerca – possono provocare danni da 1000 a 100 mila dollari all’ora.

Le previsioni del Clusit per il 2015 stimano che obiettivi degli attacchi saranno sempre più cloud e social network.

Nei giorni scorsi il Clusit ha approvato l’Emendamento Quintarelli, definendolo una svolta per la sicurezza IT in Italia.

Conoscete gli hacker più famosi? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore