Rapporto Eurispes 2013: Agli italiani piacciono smartphone, e-book e news online

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Rapporto Eurispes 2014 @ shutterstock

Il Rapporto Eurispes Italia 2013, presentato il 31 gennaio, fotografa il rapporto fra italiani e tecnologia

Il Rapporto Eurispes Italia 2013, giunto alla 25esima edizione, fotografa il rapporto fra italiani e tecnologia. I dispositivi tecnologici più popolari tra gli italiani sono il telefonino (solo il 5,1% non lo utilizza mai) e la Tv (il 7,3% non la guarda). Un italiano su 4 (25,5%), non ascolta mai la radio; meno della metà degli intervistati impiega il lettore dvd (il 56,9% non lo usa mai). La maggioranza degli intervistati non ascolta musica con il lettore mp3 (64,5%), non usa la console per videogiochi (70,6%), i tablet (73,2%) e, nonostante il boom, l’e-Book reader (80,3%). A proposito di libri digitali, il boom c’è: se nel 2010 la quota di mercato rappresentata dagli e-book sul mercato totale del libro arrancava allo 0,05% contro l’8-10%)+ degli USA e il 2-3% di UK, nell’ultimo anno i titoli disponibili sono aumentati del 59% ed è cresciuto il fatturato. Il mercato e-book in Italia è passato dal milione di euro circa del 2009, a quota 1,5 milioni del 2010, ai 12,6 milioni del 2011. Il market share dell’e-book ora raggiunge lo 0,38% del mercato complessivo del libro contro lo 0,05% del 2010.

Oltre un terzo del campione di Eurispes (37,9%) afferma di non comprare mai i quotidiani, il 26,1% raramente, il 16,9% qualche volta, l’8,5% spesso, solo un soggetto su 10 tutti i giorni (10,5%). Quasi la metà (48,1%) guarda il telegiornale tutti i giorni e il 18,1% ascolta il giornale radio. I risultati confermano che le news  online sono un’abitudine consolidata. Il 22,3% del campione legge i quotidiani online  tutti i giorni, il 21,8% spesso, solo il 16,5% mai. L’11,1% legge un blog tutti i giorni. Oltre la metà del campione (51,9%) guarda la Tv, aAl secondo posto si piazzano i quotidiani online, preferiti dal 18,1%. Il 10,9% sceglie blog e altri siti d’informazione, il 9,4% ssceglie quotidiani cartacei, l’8,1% la radio e solo l’1,6% la free press.

Rapporto Eurispes 2013 @ shutterstock
Rapporto Eurispes 2013
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore