Ray Ozzie di Microsoft teme l’Open source più di Google

Workspace

Microsoft ha bisogno di un rivale per galvanizzarsi e diventare più competitivo

Ray Ozzie ha parlato al Sanford Bernstein Strategic Decisions Conference. Microsoft ha bisogno di un rivale per galvanizzarsi.

In passato è stato Lotus, quindi Google a costringere Microsoft a evolversi. Ma se Google è un osso duro, “tremendamente forte”, non bisogna sottovalutare

l’O pen source. Ray Ozzie di Microsoft teme l’Open source più di Google, ma l’Open source renderà Microsoft più forte. Microsoft sta cambiando il

suo modello di business, per rendere il software a sorgente chiuso interoperabile con l’open source. Ray Ozzie si è poi focalizzato su Live Mesh

e sul modello Software+Services. Ozzie ha poi definito Yahoo! un acceleratore per la piattaforma advertising, non una strategia in sé e per sé.

Live Mesh Software Development Kit (SDK) dovrebbe debuttare (forse) alla Professional Developers Conference di ottobre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore