Record di malware per F-secure

CyberwarSicurezza

Malware, trojan, backdoor, keylogger e altre minacce evolvono e proliferano a grande velocità. Attacchi mirati in crescita

Pochi giorni fa Stopbadware.org , l’iniziativa di sicurezza sponsorizzata da Google, lanciava un allarme rosso: sarebbero 200,000 i siti che diffondono malware sul Web.

Oggi F-secure afferma che nella prima metà del 2008 i malware hanno raggiunto la quantità record, mai registrata: “Avevamo chiuso il 2007 con 500.000 unità e alla fine di giugno siamo arrivati alla cifra record di 900.000“.

Le minacce non sono nuove, ma le varianti di famiglie già esistenti di trojan, backdoor, exploit, keylogger, rootkit e altre minacce, non devono rassicurarci, anzi.

Nel primo semestre sono cresciuti anche gli attacchi malware a singoli individui, aziende e organizzazion i.

L’attacco mirato trae in inganno: “In un attacco malware mirato, il criminale profila la sua vittima e le invia un’e-mail utilizzando nome, qualifica e spesso anche riferimenti alla sua funzione in azienda“.

Ovviamente l’attacco ad hoc via posta elettronica contiene un documento word o Pdf o un altro file, che in realtà è in grado di infettare il computer,una volta aperti, installando una backdoor all’interno del Pc delle vittime.

Gli attacchi mirati avvengono anche per scopi politici e militari, come successo nella campagna pro-Tibet.

Nel mirino dei malware sono le applicazioni, non troppo protette ma molto diffuse, come Adobe Flash.

Tra le minacce più evolute della prima metà 2008, sono da segnalare: Mebroot, un Master Boot Record (MBR), un rootkit capace di effettuare pochissime modifiche al sistema per installarsi e particolarmente difficile da riconoscere; e Storm, un malware che sfrutta il peer to peer.

In ambito di sicurezza mobile: “E’ stato individuato solo un nuovo worm chiamato Beselo per l’S60 2nd edition, qualche esemplare di malware del tipo proof-of-concept e nuovi tool di spionaggio“, conclude F-Secure:

“Oggi è possibile ‘fare jailbreak’ (caricare programmi fuori dai vincoli, N.d.R.) del Symbian S60 3rd edition con una sola e semplice operazione”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore