Red Hat ha rilasciato una versione aggiornata del suo Advanced Server che supporta i server x440 di IBM

Management

Disponibile dalla scorsa settimana

La versione 2.1 di Red Hat Advanced Server, disponibile da giovedì della scorsa settimana, è stato il primo rilascio in un nuovo progetto che prevede luscita di un aggiornamento a trimestre, ha dichiarato martedì Leigh Day, portavoce della compagnia. RedHat sta sempre più spingendo utenti e business partner verso i propri prodotti Preminum invece che verso le edizioni Professional e Personal, scaricabili gratuitamente dalla rete. IBM ha venduto server Intel per anni, ma la linea x440, che supporta fino a 16 processori Intel Xeon, è il primo progetto interamente realizzato da Big Blue. Il prodotto dovrebbe essere ampliato verso la fine del 2003 per supportare fino a 32 processori Xeon, mentre è attesa per le prossime settimane una versione dotata di processori Itanium, chiamata x450. Tutti i principali fornitori di server, tra cui Sun Microsystems, ora si rivolgono a Linux per le proprie linee di server. IBM si è rivelata la più decisa in questa politica, non solo spingendo Linux per la xSeries basata su processori Intel, ma anche per altre tre linee che utilizzano processori IBM. Sun, Hewlett-Packard e Dell Computer vogliono Linux solo per i server basati su processori Intel. Compagnie come SGI e NEC, si stanno adoperando per migliorare Linux per server giganteschi con decine di processori. Red Hat sta vendendo il suo Advanced Server a 2.500 dollari annuali di sottoscrizione che comprende laccesso al servizio di gestione Red Hat Network, ma il nuovo ciclo di aggiornamenti trimestrali rafforza lidea della compagnia, secondo la quale il cliente non si limita a comprare un singolo pacchetto software, ma un prodotto in costante evoluzione. E Red Hat non è lunico. Sun, che domina il mercato dei server Unix, rilascia aggiornamenti di Solaris ogni trimestre. Anche Microsoft ha cercato, pur incontrando una certa resistenza, di indirizzare i propri utenti verso un modello di sottoscrizione a pagamento. Red Hat ha dichiarato di prevedere che più dell80% dei sottoscrittori dellAdvanced Server rinnoveranno labbonamento per un altro anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore