Red Hat risponde a Microsoft

Workspace

Dopo Apple, anche Red Hat si oppone alla proposta di Microsoft per le scuole

Red Hat lo sta facendo a modo suo. Sta sostenendo un forum online per diffondere la risposta della comunità Open Source alla proposta con cui Microsoft pensava di risolvere il caso antitrust regalare un miliardo di dollari in software per le scuole USA. Ufficialmente Red Hat è stata molto arguta infatti ha proposto che Microsoft ci metta un miliardo di dollari in hardware, che al software ci pensano loro. Red Hat fa parte assieme ad altre 15 società di un progetto chiamato Schoolforge che ha come obiettivo portare lopen source nelle scuole. Malcolm Herbert, di Red Hat, ha dichiarato che nonostante il progetto sia ammirevole lunico modo per arrivare allobiettivo è di accattivarsi i politici ai vertici del governo e delleducazione. Purtroppo le politiche provvigionali che il governo USA ha istituito precludono lutilizzo dei prodotti open source. Il motivo è evidente, dove il guadagno è minimo le provvigioni sono microscopiche. I promotori dellopen source nelle scuole seguono adesso due strade, quella legale e quella del supporto allinformazione, il cui intento è quello di rendere disponibile tempo e competenze agli istituti interessati. Herbert sostiene che il ruolo più decisivo sia quello di chi segue la seconda strada.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore