Red Hat risponde a Oracle

Workspace

Anche il vendor di Linux offre supporto tecnico e legale, senza bisogno di
ricorrere agli sconti di Oracle

Red Hat non ha apprezzato il programma Unbreakable Linux, definito ?unfakeble ?. Con l’ingresso di Oracle nel mercato in forte crescita di Linux, il colosso dei database passa da una partecipazione indiretta a diretta. Offrendo un supporto tecnico meno caro rispetto a quello del principale distributore di Linux, Oracle punta a strappare clienti alla rivale Red Hat. Red Hat ha deciso di rispondere per le rime a Oracle, definendo il suo derivato non compatibile con l’ecosistema Linux di Red Hat. Oracle potrebbe anche invalidare certificazioni hardware e software. Inoltre Red Hat, che continuerà a lavorare con Oracle per ottimizzare Red Hat Enterprise Linux e Jboss, già offre indennizzi nel supporto legale, come Hp e Novell. Forse a Larry Ellison era sfuggito, si chiede l’avvocato di Red Hat.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore