Regione Lombardia sceglie Cisco

Aziende

Nell’ambito del programma verrà realizzata una struttura di telecomunicazioni efficiente ed economica in grado di collegare tra loro gli enti pubblici lombardi

L’attuazione del progetto è stata affidata alla società Lombardia Servizi del gruppo Lombardia Informatica, società di servizi responsabile della realizzazione dei sistemi informativi regionali. Al fine di contenere i costi, ottimizzare gli investimenti e garantire il massimo servizio in termini di sicurezza e fruibilità, Regione Lombardia ha optato per la creazione di una rete VPN basata sui dispositivi Cisco Systems. Questa infrastruttura è in grado di cifrare i dati durante il loro passaggio facendoli transitare in una sorta di tunnel virtuale di protezione all’interno della rete pubblica. La nuova Rete Regionale Lombarda permette agli enti collegati non solo la fruizione ma anche l’erogazione di servizi consentendoh, inoltre, la dismissione di costose linee dedicate. Primo caso in Italia di Rete regionale a utilizzare un sistema VPN sfruttando Internet come mezzo di comunicazione, la RRL è in costante evoluzione, in virtù non solo delle continue adesioni degli enti lombardi pubblici ma anche di alcuni enti privati che erogano servizi pubblici. La caratteristica principale della nuova RRL risiede nella democraticità della connessione: la Regione Lombardia, pur esercitando un indispensabile ruolo di aggregazione e supervisione, si connette allo stesso livello degli altri enti agevolando la pubblicazione di servizi e la comunicazione non solo con il centro ma anche tra gli stessi enti al fine di ottenere un potente e utile strumento di lavoro per tutta l’amministrazione regionale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore