Register.it: ogni mese oltre 15.000 domini e una crescita decisa della domanda di hosting evoluto

Marketing

Register.it, societa’ del Gruppo DADA (DA.MI) leader italiano nella gestionedei domini Internet, analizza i risultati parziali del 200

Register.it , società del Gruppo DADA (DA.MI) leader italiano nella gestione dei domini Internet, analizza i risultati parziali del 2003, annuncia una media mensile di 15.000 domini tra nomi nuovi e nomi rinnovati e osserva una crescita più veloce della domanda di Hosting evoluto PHPHost e MySQLHost rispetto a quella di hosting “base” BasicHost. In forte crescita le registrazioni dei nomi a dominio nei ccTLD (country-code top level domain) dei paesi membri della comunità europea: segno che le aziende italiane hanno finalmente compreso la necessità di proteggere il proprio brand anche al di fuori dei confini nazionali. Si conferma invece lenta ma costante la crescita dei domini nelle nuove estensioni .BIZ, .INFO e .NAME approvate a fine 2000 da ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), mentre le registrazioni dei nomi a dominio nei più famosi gTLD (generic top level domain) .COM, .NET e .ORG segnano una crescita pari al 2% rispetto alla fine del 2002. Cresce anche il tasso di rinnovo dei domini Internet, sintomo che oggi il mercato è sano e che è andata ormai esaurendosi la quota dei nomi a dominio che era stata registrata da “accaparratori” e “cybersquatter” per i quali la registrazione di domini corrispondenti a marchi o a nomi di personaggi famosi erano solo mezzi per tentare di ottenere facili guadagni dai legittimi possessori. I primi mesi del 2003 sottolineano inoltre un passaggio importante per Register.it che, oltre a confermare la propria leadership nella gestione dei domini Internet, si attesta come una delle prime società fornitrici di Hosting in Italia. E’ in questo contesto che interviene Claudio Corbetta, Amministratore Delegato di Register.it: “Crediamo che la scelta vincente sia stata quella di offrire ai nostri clienti una gamma di soluzioni di Hosting in self-provisioning, accessibili direttamente dal proprio pannello di controllo e molto diversificate tra di loro, a partire dai 3 Mb gratuiti fino alle soluzioni “evolute” come il PHPHost e il MySQLHost, a cui presto andrà ad aggiungersi anche l’offerta Windows 2003 e Exchange 2003 in cui abbiamo investito molto”. In questi primi mesi del 2003 sono state proprio le soluzioni più evolute ad aver regalato a Register.it le maggiori soddisfazioni: PHPHost e MySQLHost hanno infatti registrato una crescita di attivazioni su base mensile pari al 12%. Nello specifico, la soluzione PHPHost (90 Euro all’anno, 50 Mb di spazio e 2 GB/Mese di traffico incluso) è normalmente scelta da chi intende costruire un sito dinamico e da chi vuole permettere ai propri utenti di visualizzare contenuti diversi interagendo con il sito attraverso box e finestre. Di questa soluzione i clienti di Register.it apprezzano soprattutto il CGI Debugger, che effettua i debug degli script sviluppati in PERL e grazie al quale è possibile creare una vetrina aziendale e dialogare con gli utenti online. MySQLHost viene invece preferita da chi ha esigenza di gestire sul sito numerose richieste di dati, provenienti anche da più utenti contemporaneamente. A partire da 59 Euro per tre mesi (159 Euro all’anno) con 150 Mb di spazio disco e 3 GB/mese di traffico incluso, i clienti Register.it che scelgono questa soluzione hanno cataloghi e vetrine ricche di prodotti, prezzi e promozioni e vogliono integrare il proprio sito con i database che contengono queste informazioni. Entrambe le soluzioni sono sviluppate su Cluster Linux con Web Server Apache, una tecnologia open source che supporta numerose applicazioni disponibili gratuitamente in Rete. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore