Renato Brunetta: Basta Facebook in ufficio

Autorità e normative

Il ministro della Funzione Pubblica vorrebbe togliere l’accesso al social network ai dipendenti pubblicin orario di lavoro

Dopo la polemica sui fannulloni

e quella sulla mitologia dei precari (mitizzati da certi film e libri), ora il super-attivo ministro della Funzione Pubblica,Renato Brunetta, fa guerra al Web 2.0 in orario di lavoro e non legato a motivi professionali. Stop a Facebook in ufficio: lo riporta il Corriere della Sera.

Gli statali non potranno più cambiare status e aggiornare Facebook: i presunti fannulloni 2.0 si vedranno bloccare l’accesso da un filtro che verrà presto installato.

Al ministro anche un’altra notizia deve aver procurato l’orticaria: il 30% dei download del file sharing viene effettuato dai dipendenti statali: la pirateria dilaga nella Pa, secondo il Comitato contro la pirateria digitale presso la Presidenza del Consiglio.

Dopo la guerra ai fannulloni 2.0, forse al ministro toccherà prendere provvedimenti contro il file sharing: la PA corre ai ripari e prepara i filtri anti pirateria.

Leggi: Facebook, YouTube e Twitter aumentano la produttività in ufficio

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore