Rfid, buone prospettive

Aziende

Un mercato sovrastimato, ma con prospettive di sviluppo interessanti, affermano gli analisti di Idc. Anche Microsoft ci sta pensando.

Una opportunità che sarebbe sbagliato non prendere in considerazione. Ne sono convinti gli analisti di Idc, che in un recente rapporto hanno evidenziato come il mercato Rfid (Radio frequency identification) stia dando segnali di crescita, seppure sia ancora troppo presto parlare di numeri. C’è comunque un forte interesse da parte dei grandi del comparto It, sia vendor che società di consulenza, che non vogliono certamente essere tagliati fuori da questa nuova opportunità. L’interesse è piuttosto ampio e implica non solo la parte strettamente tecnologica, ma anche quella relativa alla consulenza e ai servizi di integrazione. Si parla di aziende del calibro di Ibm, Accenture, Capgemini e anche Microsoft. Secondo alcune recenti indiscrezioni, Microsoft starebbe studiando di integrare il supporto Rfid all’interno della piattaforma Xml, BizTalk Server. Grazie alla tecnologia di identificazione a radio frequenza, BizTalk sarebbe in grado di far dialogare le proprie applicazioni Erp con un lettore Rfid. Già diversi mesi fa, Microsoft aveva rivelato di stare lavorando assieme ad altre aziende, come Accenture, per mettere a punto una serie di requisiti standard per i prodotti Rfid

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore