Rfid: SAP e Intel insieme

Workspace

Il comune impegno aiuterà le aziende a diminuire i costi e le complessità associate all’acquisizione dei dati

SAP e Intel hanno annunciato, in occasione del CEBIT, l’intenzione di unire le proprie forze per semplificare l’utilizzo della tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) e supportare le aziende a superare gli ostacoli che si possono incontrare nello sviluppo di business case per progetti RFID. Le due società offriranno ai clienti la possibilità di scegliere se integrare l’hardware RFID direttamente nei sistemi back-end e nei processi operativi, oppure se affidare la gestione dell’ambiente hardware a partner esperti. L’integrazione diretta offre un approccio ottimizzato alle implementazioni RFID dei clienti e risulta più adatta ad ambienti di business meno complessi. Per contro, il ricorso ad un partner nella gestione dei dispositivi consente ai clienti di amministrare ambienti molto complessi composti da varie tipologie di apparati di diversi vendor. Da questa collaborazione nasce un nuovo concetto di RFID che consente alle aziende di integrare questo tipo di dati direttamente nei sistemi back-end. Le aziende possono infatti implementare la soluzione su qualsiasi sistema hardware back-end basato su Intel, compresi server e postazioni hardware front-end come desktop, notebook e lettori RFID, indipendentemente dal provider. Questa soluzione è destinata a velocizzare l’adozione di dispositivi RFID attraverso la realizzazione di un ambiente plug-and-play. Intel fornirà inoltre la tecnologia per rendere disponibile la soluzione di gestione dei dispositivi attraverso la piattaforma SAP NetWeaver. Il concetto di base è quello di fornire più intelligenza sia a livello del lettore hardware, sia in termini di integrazione su qualsiasi infrastruttura di sistema, come ad esempio SAP Auto-ID Infrastructure. Questo permetterà inoltre alle aziende di controllare varie combinazioni hardware, ad esempio affiancando al lettore RFID sensori e attuatori. La soluzione proposta comprenderà funzioni per l’operatività di supply-chain abilitate all’RFID attraverso mySAP Supply Chain Management arricchite da: miglioramenti nell’integrazione dei dispositivi dei partner e nella gestione degli apparati; certificazione dei messaggi su standard Physical Markup Language provenienti dai device RFID; piattaforma composita basata su SAP NetWeaver che si collega ai tool di gestione, amministrazione e monitoraggio dei dispositivi del partner per offrire agli utenti il “look and feel” della soluzione SAP. Intel fornirà un’architettura standard per offrire agli utenti la capacità di integrare direttamente i dispositivi RFID all’interno delle soluzioni gestionali SAP. Inoltre, garantirà ai clienti l’accessibilità della struttura RFID Lab di Monaco e fornirà servizi di supporto attraverso l’organizzazione Intel Solution Service.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore