Ricariche cellulari, l’Authority tiene d’occhio Vodafone e Wind

Mobility

AgCom chiede chiarimenti in merito al Decreto Bersani

Il Decreto Bersani entra in vigore, ma AgCom chiede chiarimenti a Wind e Vodafone in merito alle ricariche dei telefonini cellulari. L’Authority tiene d’occhio Vodafone e Wind: in particolare i nuovi tariffari di Wind predisposti in occasione della fine dei costi di ricarica; e il contributo sul trasferimento del credito residuo annunciato da Vodafone (un onere di 8 euro). L’Unione Europea inoltre ha espresso perplessità sulle procedure del provvedimento governativo. Adusbef e Federconsumatori hanno effettuato controlli dell’abrogazione dei costi di ricarica, in negozi a Milano e Roma: tutto sembra regolare. L’associazione Telefono Blu infine ora punta ad abrogare lo “scatto alla risposta”, ma questa si preannuncia una nuova battaglia tutta da combattere per i consumatori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore