Ricerca, efficienza, design: ecco BenQ Mobile

Workspace

Nel mondo dei cellulari arriva un nuovo protagonista che ha idee ben chiare
per incrementare il business delle catene GDO/GDS e che promette di stupire con
politiche mirate ed effetti? speciali. Ugo Govigli, Amministratore Delegato
della struttura italiana, ci guida alla scoperta di questa interessante realtà
imprenditoriale

Giovane, creativa, emozionale: così si potrebbe definire la nuova BenQ Mobile Italy, guidata da Ugo Govigli, nata a ottobre 2005 dalla fusione della divisione cellulare di Siemens e delle attività mobili di BenQ nel nostro Paese. La società è una perfetta sintesi della ricerca tedesca nelle tecnologie di comunicazione cellulare e dell’efficienza dell’azienda taiwanese, che si fondono con il design italiano per dar vita a un nuovo protagonista del mercato che punta ad emergere nel settore dei terminali mobili. ?Il nostro obiettivo è quello di raggiungere, quest’anno, una quota di mercato del 7% sul mercato nazionale – spiega l’Amministratore Delegato della società – con un giro d’affari superiore ai 100 milioni di euro?. Con una prestigiosa sede in Piazza della Repubblica a Milano – tutta giocata sui colori aziendali – e uno staff di 35 persone (30 nella provincia lombarda e 4/5 nelle filiali di Roma e Napoli), la società ha lanciato nei suoi primi quattro mesi di vita ben 12 nuovi modelli dalle caratteristiche inusuali, compresi terminali Umts, Edge e Hsdpa con marchio BenQ-Siemens. ?La scelta del doppio marchio (che dal 2010 diventerà solamente BenQ) per contraddistinguere i nuovi cellulari nati dalla fusione delle due aziende – aggiunge Govigli – è nata da una precisa analisi della divisione marketing sulla percezione dei consumatori riguardo ai due brand. Siemens è apprezzato per la sua solidità, qualità e affidabilità, mentre BenQ è vissuto come giovanile, dinamico, exiting. La nostra sfida è stata quella di portare in un ambito creativo ed emozionale la grande competenza tecnologica e professionale della produzione tedesca?. Per far questo la nuova società ha attivato le migliori capacità nella progettazione e nella creazione di prodotti di alta qualità e gusto estetico, coinvolgendo l’estro dei designer italiani per dar vita a cellulari che si distinguano nell’impiego dei materiali, nell’originalità delle funzioni, nelle caratteristiche ergonomiche promuovendo il ?made in Italy’ nel mondo. Alluminio, led brevettati, teflon, magnesio si sposano con forme innovative e sorprendenti in linea con gli stili di vita più moderni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore