Ricerca online, nuovo allarme Google sui malware

CyberwarSicurezza

Un sito ogni mille contiene codice pericoloso

Google lancia un nuovo allarme malware. I siti Web contenenti malware non si arrestano.

Un sito ogni mille contiene codice pericoloso.

1,3 ricerche online su 100 contengono link a siti a rischio.

Il 67% dei siti a rischio malware sono ubicati in Cina; al secondo posto si piazzano gli Stati Uniti (15%) e al terzo la Russia (4%).

Il codice pericoloso viene iniettato sotto forma di SQL injection e Iframe: Google chiede ai webmaster di vegliare sulle piattaforme per evitare problemi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore