Ricerca proattiva

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Norman: la focalizzazione premia

NN. Una gestione efficace dei dati e delle applicazioni comprende anche la protezione della rete aziendale dalla intrusione di tutto quel software indesiderato, se non nocivo, che va sotto il nome di malware: virus di ogni tipo, spamming, spyware. Dal punto di osservazione privilegiato della sua società come è cambiato il panorama delle minacce nel corso di quest’anno. L’Italia presenta delle particolarità di rilievo rispetto al panorama generale? Qual è la soluzione o il prodotto che la vostra azienda propone al mercato in questo ambito?

Credo che il dato più significativo sia l’altissimo tasso di crescita di spam e spyware, decisamente più elevato di quello relativo ai virus, che peraltro non sono certo in calo. Anzi si stanno diffondendo anche loro in modo sempre più astuto e difficile da individuare. Certo è che non da molto le aziende stanno imparando a non sottovalutare i nuovi pericoli e a proteggersi in modo adeguato. Riguardo all’Italia, non mi sembra ci siano particolarità rispetto al panorama generale, ormai pericoli e contromisure viaggiano a velocità tale per cui è difficile se non impossibile trovare differenze sostanziali a parte forse casi specifici in cui c’è la volontà di colpire obiettivi selezionati e magari altri paesi rappresentano un bersaglio più ricercato, ma in generale siamo un po’ tutti nella stessa situazione. Norman ha soluzioni complete per fronteggiare tutte le minacce sopra elencate, e tra l’altro ognuna di queste è indipendente dalla altre, che significa poter disporre del meglio della tecnologia per ogni tipologia di applicazione (antivirus, antispyware e antispam) e mantenere prodotti snelli, efficaci e semplici da gestire.

NN. Gli esperti concordano che una semplice protezione contro il malicious code non basta. Quali sono i consigli che ritenete di dare agli utenti su quali altri strumenti di protezione sono necessari per completare una difesa corretta, anche se minimale?

È vero, un sistema di protezione efficace non può prescindere da strumenti che garantiscano una difesa corretta a tutti i livelli, quindi non solo contro codici maligni, ma anche contro gli altri tipi di minacce. Firewall, intrusion detection e content filtering sono quindi indispensabili, anche se credo che il punto chiave sia affidarsi a partner esperti di settore che sapranno consigliare le soluzioni migliori in funzione delle necessità e soprattutto una loro integrazione con l’infrastruttura It dell’azienda.

NN. Quali soluzioni o prodotti di terze parti vi sentite di consigliare o meglio si integrano con quelle della vostra società?

Per precisa scelta, Norman vuole rimanere focalizzata sulle tematiche in cui può effettivamente essere all’avanguardia e non disperdere risorse per fornire soluzioni a 360° solo per completezza d’offerta. Siamo convinti che ognuno debba prima di tutto fare bene il suo mestiere e lasciare ad altri il compito di fornire soluzioni adeguate per problematiche specifiche che non rientrano nel proprio core business. Il mercato offre innumerevoli possibilità in termini di prodotti e soluzioni di sicurezza coi quali noi non abbiamo alcun problema ad integrarci.

NN. Può anticipare a Network News quali evoluzioni sono previste a breve per prodotti e tecnologie sviluppate dalla sua società?

Sicuramente continuerà la ricerca e lo sviluppo intorno a Sandbox, la tecnologia Norman che consente l’individuazione in modo proattivo di nuovi virus non ancora catalogati nei file di definizione. Poi ovviamente rilasceremo nuove versioni dei nostri prodotti che comprenderanno il supporto (e la protezione) di nuove apparecchiature e saranno sempre più complete anche dal punto di vista dei tool di gestione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore