Richard Stallman mette in guardia dal rischio di Mono

Workspace

Il padre del progetto Gnu e fel software libero avverte dei rischi derivanti dal patto fra Linux e Microsoft, come il porting del framwork Ms.Net. Stallman invita gli sviluppatori a stare alla larga dal rischio di azioni legali

Il patto fra Microsoft e Novell e Mono, set di tool open source compatibili con .Net, non sono mai stati digeriti dal mondo del Free Software. Richard Stallman, adre del progetto Gnu e fel software libero, avverte dei rischi derivanti dal patto fra Linux e Microsoft, come il porting del framwork Ms.Net.

Mono è un set di tool compatibili con .Net, adatti a creare applicazioni basate sul linguaggio di programmazione C# di Microsoft, per girare su piattaforme come Linux, BSD, Unix, Mac OS X e Solaris. Un numero di applicazioni popolari, come Tomboy e il fotomanager F-Spot, dependono da Mono. Anche Debian ha detto di aver preso in esame Mono. come installazione di default.

Stallman invita però gli sviluppatori a stare alla larga dal rischio di azioni legali. Mono fa già parte di Ubuntu e Fedora, ma debian è considera la Linuxista purista, la distribuzione più aderente alla filosofia del free Software.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore