Ricoh GR, tascabile ma con sensore APS-C

AccessoriWorkspace
Ricoh GR

Ricoh GR è una compatta di fascia alta. Punti di forza la qualità costruttiva, di ottica e di sensore.

Ricoh GR è davvero una compatta ‘sui generis’. Nonostante il grande sensore di immagine APS-C da 16,2 megapixel effettivi, con un’area sensibile grande quanto quello di una reflex digitale Pentax, la fotocamera Ricoh GR è ancora una ‘tascabile’, ma di pregio.

Ricoh GR costa 779 euro e sarà disponibile da maggio, ma si fa piacere per non poche caratteristiche. Per esempio l’involucro è realizzato in lega di magnesio, e il design è sobrio. La fotocamera mette a disposizione dell’amatore il comando di anteprima per la verifica della profondità di campo, mutua da Pentax la particolare modalità di esposizione TAv, adattando la sensibilità Iso al tempo di posa e al diaframma selezionati dall’utente; Ricoh GR inolstre si presenta con griglia e livella elettronica nel display completamente ridisegnate.

Ricoh GR
Ricoh GR

Le novità nella modalità espositiva TAv si accompagnano con funzioni di ripresa originali: Retrò, Tono alto, e Formato Ridotto (con aspetto diorama), ma sono nove in tutto le possibilità. I risultati sono esaltati dal processore di immagine GR Engine V e si può lavorare fino a Iso 25600, praticamente in qualsiasi condizione di luce con un corpo macchina estremamente portabile. Ricoh GR punta a ritagliarsi un posto nell’affollato segmento giocando tutte le proprie carte sulla qualità. Per questo resta giustificato il prezzo praticamente da reflex.

Effetto Bokeh
Un tipico esempio di effetto Bokeh (fonte: hdwallpaper)

Ricoh GR registra anche video full hd (1920 x 1080 pixel, con proporzioni 16:9) ad un frame rate di 30 fotogrammi al secondo, con il sistema AF sempre attivo a prevalenza del centro dell’inquadratura e la registrazione audio stereo tramite microfono incorporato. La fotocamera supporta le memorie SD Eye-Fi in modo da consentire l’immediata condivisione delle immagini tramite smartphone. Tra gli accessori già disponibili c’è un interessante convertitore grandangolare opzionale GW-3 (con ingrandimento 0,75X e ottiche ottimizzate per la GR) per riprese ultragrandangolari da 21mm.

L’obiettivo di serie è infatti un’ottica nuova, il GR 18,3 mm f2.8. Si tratta di una focale equivalente al 28mm in formato 35 mm. Lo schema ottico di questo obiettivo prevede due lenti asferiche e un elemento in vetro ad alta rifrazione e bassa dispersione. Il diaframma a 9 lamelle produce un naturale effetto Bokeh alla aperture maggiori, e il classico effetto dei raggi alle aperture inferiori. Il filtro ND premontato è regolabile manualmente, e permette di lavorare a diaframma aperto anche con le alte luci in pieno giorno.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore