Rigorosamente antispam

Sistemi OperativiWorkspace

Un metodo semplice e severo per proteggersi dalla "posta spazzatura".

“Filtri bayesiani”, “black list”, controlli centralizzati. I più recenti software antispam incorporano tecnologie sempre più sofisticate per distinguere i messaggi pubblicitari indesiderati dalla corrispondenza elettronica realmente importante per noi. eTrust Anti-Spam 2005 è tutto fuorché un programma sofisticato: non include nessuna particolare tecnologia, non si avvale di filtri avveniristici, non richiede complicate configurazioni… eppure funziona! Il software di Computer Associates è basato sul concetto della “white list” ossia di una lista di mittenti preventivamente approvati dall’utente. Qualsiasi nominativo già presente nella Rubrica o nelle cartelle di posta ricevuta è considerato approvato; tutti gli altri sono invece ritenuti potenziali spammer e, quindi, i loro messaggi vengono spostati in automatico nella cartella dello spam “eTrust Anti-Spam” oppure nella sezione di “quarantena”, riservata ai messaggi in attesa di una conferma. La logica alla base di questo software è quindi molto stringente: viene bloccata qualsiasi e-mail proveniente da un mittente sconosciuto al programma, mentre sono considerati “amici” tutti i contatti inclusi nel client di posta elettronica. Proprio per questa ragione prima dell’installazione del programma è importante eliminare qualsiasi messaggio indesiderato dalle cartelle della posta in arrivo, per evitare di doverli poi spuntare dalla lista di eTrust. Da un meccanismo così elementare deriva una conseguenza molto importante: questo antispam è consigliabile solo a chi ha un modesto traffico di posta elettronica e raramente riceve messaggi da estranei. In queste condizioni eTrust Anti-Spam rende al massimo e commette pochi errori. Chi invece utilizza un indirizzo pubblico, destinato alla ricezione di e-mail da persone sconosciute (per esempio chi gestisce un sito Web, o semplicemente ama fare amicizia con persone nuove tramite la posta elettronica) potrebbe incontrare dei problemi, se non altro perché il software non offre alcuna soluzione ottimizzata per queste esigenze. Per evitare che mittenti sconosciuti, animati però da buone intenzioni, finiscano ingiustamente nel dimenticatoio della cartella dello spam, eTrust Anti-Spam prevede un meccanismo di notifica automatica: se un nuovo contatto ci invia un’e-mail, il programma lo informa che non leggeremo il suo messaggio finché non ci invierà una riposta specifica a questo avviso. È così possibile verificare che al mittente corrisponda una persona reale, davvero intenzionata a comunicare con noi. Tale opzione non ci piace molto, poiché sposta su altre persone il problema della posta non richiesta nella nostra casella. Il programma si integra con Outlook Express e Outlook, facendo apparire nella loro interfaccia una piccola barra strumenti. I comandi sono davvero pochi e semplificati al massimo: blocco, approvazione e quarantena sono gli strumenti principali che ci permettono di gestire la lista degli indirizzi. Se la posta elettronica non è il vostro sistema di comunicazione privilegiato e ve ne servite solo per scambiare sporadici messaggi, questo programma è la soluzione ideale, in quanto non è complicato da utilizzare, non ha un’interfaccia ingombrante garantisce margini di protezione insuperabili. Per l’utilizzo quotidiano intensivo ci appare invece troppo rigido e poco personalizzabile. Il programma è in italiano e in vendita sul sito Web www.ca.com/it, dove può anche essere scaricata una versione di prova gratuita della durata di 30 giorni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore