Rim, Nokia, Htc e Samsung al contrattacco

AccessoriAziendeMobilitySmartphoneWorkspace
iPhone contro tutti

Non sono passate inosservate le critiche di Steve Jobs, Ceo di Apple, nella conferenza stampa di venerdì sera per difendere iPhone 4 dalle accuse di scarsa ricezione. Dopo aver deciso di regalare le custodie di gomma e allungare la formula soddisfatti-o-rimborsati, Apple ha preferito sviare l’attenzione affermando di non essere perfetta, ma aggiungendo che nessuno smartphone è perfetto. Apriti cielo: l’antenna che non funziona è un problema solo di Apple. E i rivali non ci stanno a finire sul banco degli imputati: Rim, Nokia, Htc e Samsung hanno puntato il dito contro la debacle di Apple. Una caduta di stile, oltreché di linea

Apple alla funzionalità dell’antenna, ha preferito il design dello smartphone. Ecco in sintesi l’accusa dei vendor di smartphone a Apple. La falla nel design di iPhone 4 è all’origine dei problemi di ricezione del nuovo iPhone (che arriverà in Italia il 30 luglio). Per Apple la difesa del suo ultimo smartphone, che ha venduto 3 milioni di unità in 22 giorni, era stata l’occasione per attaccare Rim Blackberry, Htc, Nokia e Samsung. Ma nessuno dei vendor ha fatto sconti. La caduta di stile di Apple, dopo essere inciampata nelle eccessive cadute di linea dell’iPhone 4 in zone scarsamente coperte dal segnale, non è passata liscia.

Rim, Nokia e Htc non ci stanno a finire sul banco degli imputati: le accuse di Apple sarebbero infondate. I co-CEO di Rim, Mike Lazaridis e Jim Balsillie, dicono che è una debacle di Apple: i problemi del design dell’antenna (risolvibili con un elastico di gomma, bumper, che Apple regalerà fino al 30 settembre) non vanno confusi con i tentativi di Apple di distogliere l’attenzione da sé.

Nokia ha dato una stoccata a Apple: ha investito in centinaia di migliaia di ore per studiare i comportamenti degli utenti, come le persone impugnano il telefono per chiamare, come ascoltano la musica, come navigano nel web eccetera. Nokia si è più focalizzata nell’aspetto del connecting people, dando priorità massima al design dell’antenna, piuttosto che sul design dello smartphone (se entra in conflitto con l’usabilità).

Infine anche Htc rimanda le lamentele al mittente Apple: “Il nostro Droid Eris ha avuto solo lo 0.016% di lamentele legate a problemi di segnale“. Molto meno dello 0.55% di lamentele ricevute dall’iPhone 4.

Samsung nega di aver avuto notizia di problemi di ricezione o feedback negativi per Omnia II. E Rim ha definito inaccettabile il tentativo di Apple di trascinare Rim nella propria debacle. È inoltre la seconda volta in cui Samsung viene tirata per la giacca da Apple: già nel keynote di presentazione di iPhone 4, Steve Jobs aveva osato decantare la superiorità di Retina Display (inciampata in una misteriosa macchia gialla) rispetto a Oled: in quell’occasione, Samsung aveva preso le difese di Super Amoled e, da un confronto effettuato da alcuni siti online, Super Amoled era uscito vincente su Oled e Lcd.

La difesa di Jobs è apparsa debole: se un Ceo è costretto a rilanciare un prodotto (iPhone 4) per due volte di seguito, dovrebbe capire che qualcosa non è andato per il verso giusto. E l’errore è suo, non dei rivali. Non serve “amare gli utenti”: bisogna rimettere al centro l’utente e non solo il design. Il resto è marketing.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore