RIM potrebbe aprire a tutti BlackBerry 10

AziendeMarketing

Concedere in licenza il proprio software: potrebbe essere questa la novità di RIM. Ma ora RIM scommette sul debutto di BlackBerry 10: a scaffale dal 30 gennaio

Research in Motion (RIM) cerca alleanze strategiche per spingere la nuova piattaforma BlackBerry 10 (BB10), che debutterà il 30 gennaio. Concedere in licenza il proprio software: potrebbe essere questa la novità di RIM per il lancio di BlackBerry 10. Lo ha dichiarato il CEO di Rim Thorsten Heins in un’intervista al Die Welt , pubblicata oggi. La “revisione strategica” a cui si è sottoposta da mesi RIM potrebbe condurre a due ipotesi: la vendita della produzione hardware oppure la vendita di licenze software. Le opzioni in campo sono queste, compresa la possibilità di aprire a tutti BlackBerry 10, ma il Ceo Heins non vuole scoprire le scue carte fino al lancio di Blackberry 10: “Blackberry 10 è la nostra priorità per tornare ad avere successo“.

RIM si augura che la sua nuova gamma di Blackberry 10 reingegnerizzati, sia touch-screen che con tastiera fisica, possano portare RIM a riguadagnare market share. Quelle quote di mercato fino a poche settimane fa cedute a Apple iPhone e a Google Android.

Gli sviluppatori di BB10 intanto aspettano i loro smartphone BlackBerry 10, anche i modelli con tastiera fisica, oltre a quelli tutti touch. Ma RIM vuole togliere enfasi ai vecchi modelli con tastiera, per dare importanza ai nuovi touchscreen, ricchi di applicazioni da scaricare dall’app store di Blackberry. Il software developer kit (l’SDK per realizzare le apps) sarà distribuito con il Dev Alpha C.

120 aziende USA, inclusi i 64 membri di Fortune 500, stanno conducendo test avanzati su BlackBerry 10, per decidere se acquistarlo. Da settembre il valore del titolo di RIM è raddoppiato: segno che il mercato crede nella riscossa di RIM.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore