Riorganizzazione della rete, i rivali di Telecom chiedono audizione all’AgCom

Aziende

I concorrenti in questione sono Bt, Eutelia, Fastweb, Tele2, Tiscali, Vodafone, Welcome, Wind. Intanto Altroconsumo ha messo a confronto le tariffe Adsl

Telecom Italia ha avviato una riorganizzazione della rete imperniata su Open Access, applaudita fin da subito da AgCom.

I concorrenti di Telecom Italia (Bt, Eutelia, Fastweb, Tele2, Tiscali, Vodafone, Welcome, Wind) chiedono audizione all’AgCom.

Con una lettera congiunta gli operatori chiedono al presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò, “di poter continuare il dialogo“, precedentemente “intrapreso

nella consultazione” avviata lo scorso anno sulla rete di accesso.

Intanto Altroconsumo ha messo a confronto le tariffe Adsl per fotografare lo stato del broad band in Italia a livello dei prezzi. Le Adsl a velocità massima superiore a 7 Mbps (da 8 a 20 Mbps, quindi) sono disponibili solo in città medio grandi. Per le piccole città conviene aspettare marzo per la scelta dell’Adsl quando entrerà in vigore il bitstream.

Ecco la comparazione di Altroconsumo: Tiscali offre una 8 Mbps, con 384 Kbps di velocità in upload; sempre Tiscali offre una 20 Mbps (con ben 1 Mbps in upload), a 29,95 euro al mese; analogamente la 20 megabit di Wind;

Tele2 viaggia a 384 Kbps in upload; tra le Adsl 20 Megabit, l’offerta più economica è di Telecom Italia: 24,95 euro al mese (con upload di 512 Kbps, cioè la metà rispetto a quello delle 20 megabit di Wind e di Tiscali).Fastweb con Adsl 20 megabit (1 Mbps in upload) a 45 euro al mese non viene presa in esame.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore