Rischio-virus in aumento per chi gioca online

Autorità e normativeCyberwarPCSicurezzaSorveglianzaWorkspace

Le probabilità di infettare il proprio computer utilizzando software P2p sono maggiori per gli appassionati di videogiochi. A riferirlo è una ricerca di G DATA Security Labs

Sono molti i giocatori che cercano in rete trucchi, patch e software aggiuntivi per videogiochi, ma sempre di più sono i casi in cui dietro ad un nome di file apparentemente innocuo si nasconde un malware con effetti talvolta devastanti. Il primo trimestre del 2008 ha fatto registrare un sensibile aumento di questi casi: dal 58% di inizio anno, si è raggiunto infatti il 67% nel mese di Marzo.

Sorprende non poco che l’obiettivo primario di questi malware non siano più i dati relativi alle carte di credito, bensì gli account e le informazioni personali che gli utenti utilizzano per accedere ai servizi online.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore