Risorge il desktop italiano con Olidata

PCWorkspace

Secondo i dati riportati dalla società Context, nell’ultimo trimestre del
2006 le principali aziende del settore hanno registrato interessanti aumenti e
Olidata è protagonista

L’analisi di Context relativa all’ultimo trimestre del 2006 in Italia, evidenzia un mercato dei computer sostanzialmente in mano a cinque produttori, che complessivamente detengono il 72% del comparto. Si tratta di Acer, Hp, Olidata, Nec Packard Bell, Toshiba e Fujtsu Siemens. Acer, grazie a un incremento del 21.2%, si attesta al 28% di share, seguita da Hp con il 24% e una crescita di poco inferiore al 4%. Ma è l’ottimo andamento di Olidata, che registra la crescita più consistente, oltre il 66%, a farla da protagonista. L’incremento del periodo permette alla società italiana di attestarsi su una quota di mercato dell’8.8%. Il dato nasconde qualche sorpresa se lo si osserva da vicino: la maggior parte delle vendite si è avuta nel segmento desktop. Su 124.700 apparecchi venduti, ben 102.150 sono computer fissi, 18.184 portatili e il resto server. Tornando alla classifica, gli altri produttori italiani si trovano in posizioni molto distanti dai vertici. Cdc si pone al 12° posto, con una flessione del 10%, seguita da Elettrodata, che scende del 14.4%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore