Rispetto della privacy su Internet. Quali sono i limiti?

CyberwarSicurezza

Leccessivo garantismo in tema di privacy puo costituire un serio pericolo alla stessa sopravvivenza di Internet.

E recentissima la notizia che il Garante per la protezione dei dati personali, nelleffettuare unindagine a campione su determinati siti web, al fine di elaborare il codice di deontologia e di buona condotta riguardante il trattamento dei dati personali effettuato nellambito dei servizi di comunicazione e informazione offerti per via telematica e in particolare nella rete web, ha accertato che piu del 90% dei siti esaminati non rispettano le prescrizioni della legge sulla privacy. A settembre il Garante ufficializzera le anomalie riscontrate. Come e noto Internet gia da tempo costituisce oggetto di particolari attenzioni da parte dellAutorita Garante per le numerose violazioni riscontrate alla legge sulla privacy che trovano, tra laltro, conferma nella recente indagine effettuata dalla stessa Authority. Lutilizzazione di software spia o di cookies, i recenti e preoccupanti casi di spamming, la pubblicazione di alcuni dati personali sulle pagine web lesive dellonore e della reputazione, questioni relative alla protezione dei domini Internet sono tutti argomenti divenuti oggetto di decisioni del Garante che ha bacchettato, peraltro giustamente, i responsabili di queste ripetute violazioni dellattuale normativa. Da non ultimo sono oggetto di indagine del Garante i c.d. sms amorosi e gli analoghi messaggi di posta elettronica inviati da presunti ammiratori segreti, che invitano a richiamare un numero di telefono fisso con prefisso 899, per conoscere la loro identita. In questi casi appare ineccepibile lintervento del Garante di fronte ad illegittime invasioni dellaltrui liberta, ma tutti gli eccessi sono sempre disdicevoli e sembra che in questo periodo si stia costringendo lAutorita ad un superlavoro, talvolta nemmeno giustificato. Non bisogna dimenticare che il grande successo di Internet si fonda principalmente sulla grande liberta ed autonomia che contraddistingue la Rete; ma regolamentare la stessa non significa censurare, cio sarebbe un errore fatale che provocherebbe limmediato fallimento del piu rilevante fenomeno della nostra epoca.[ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore